Tag: track list

Verdena: “Endkadenz Vol.2” uscirà il 28 agosto

Album, Cantanti italiani
Verdena in arrivo "Endkadenz Vol.2". Il prossimo venerdì 28 agosto uscirà "Endkadenz Vol.2”, il nuovo album dei Verdena. Quando lo scorso 27 gennaio, "Endkadenz Vol.1” vide la luce, fu logico per i più pensare che prima o poi sarebbe uscito un secondo capitolo. La risposta è arrivata poche ore fa, direttamente dalla pagina Facebook ufficiale del gruppo. Il seguito ci sarà, si intitolerà, come da pronostico, "Endkadenz Vol.2" e uscirà il prossimo 28 agosto. I Verdena, attualmente impegnati in una lunga tourné estiva (clicca qui per date e scaletta): questa sera, martedì 14 luglio, saranno sul palco dell'Ippodromo delle Capannelle di Roma per il Postepay Rock in Roma; mentre domani suoneranno in Piazza Castello a Ferrara (clicca qui per la recensione e le foto dello show di Milano), hanno

Lacuna Coil “Broken Crown Halo”: track list e cover

Album, Cantanti italiani
Più si avvicina la data del 31 marzo, giorno fissato per l'uscita di "Broken Crown Halo", più i Lacuna Coil rilasceranno indizi in merito al nuovo attesissimo album del gruppo. Al momento il gruppo ha deciso di rendere noto il fatto che il "Broken Crown Halo" si comporrà di undici tracce: 1. Nothing Stands In Our Way 2. Zombies 3. Hostage To The Light 4. Victims 5. Die & Rise 6. I Forgive (But I Won’t Forget Your Name) 7. Cybersleep 8. Infection 9. I Burn In You 10. In The End I Feel Alive 11. One Cold Day Ancora non si conosce il titolo del primo singolo estratto, ma qui di fianco potete ammirare la cover del disco.

Damon Albarn ascolta: “Everyday Robots”

Gruppi inglesi
Damon Albarn torna con un album da solista: "Evryday robots". Il leader dei Blur, nonché fondatore dei Gorillaz, torna ad occuparsi della sua carriera solita, dando un seguito a "Democrazy" disco di debutto uscito nel 2003. A dare il titolo al disco, la cui uscita è prevista per il prossimo 29 aprile, è il singolo: "Everyday robots", di cui di seguito potete guardare il video. L'album si compone di dodici tracce: 01. Everyday Robots 02. Hostiles 03. Lonely Press Play 04. Mr Tembo 05. Parakeet 06.The Selfish Giant 07. You and Me 08. Hollow Ponds 09. Seven High 10. Photographs (You Are Taking Now) 11. The History Of A Cheating Heart 12. Heavy Seas Of Love Alle quali se ne aggiungono cinque, presenti però soltanto nella versione DVD: 01. Tutti i video delle tracce 02. Everyday Robots

Nada: ascolta il nuovo singolo L’ultima festa

Rock News
“Occupo poco spazio” il nuovo album di Nada, in uscita a marzo per Santeria / Audioglobe. Il nuovo disco di Nada conterrà dieci tracce,  eseguito con la collaborazione di tanti nomi noti, quali Rodrigo D’Erasmo, Daniela Savoldi, Sebastiano De Gennaro, Roberto Dell’Era, Alessandro Grazian, Enrico Gabrielli a cui è stata affidata la produzione e gli arrangiamenti. Nada Malanima ha creato infatti un'opera di grande intensità, in cui il richiamo alla tradizione musicale italiana (su tutti Piero Ciampi) si fonde allo spirito libero che la contraddistingue. “Occupo Poco Spazio” contiene dentro il suo guscio stilisticamente elegante un'energica anima punk che dà vita ad un pop colto e graffiante. “L’ultima festa” è il primo singolo Suonato in presa diretta da una piccola orchestra di musicisti f

Bruce Springsteen: ascolta in streaming “High hopes”

Cantanti USA
Il nuovo disco di Bruce Springsteen: "High Hopes" è disponibile in streaming. Chi volesse ascoltare i dodici brani che compongono l'ultima fatica del boss, non dovrà far altro che collegarsi a al sito CBS.com (CLICCA QUI PER ASCOLTARE). La decisione di rilasciare il disco in rete qualche giorno prima della sua data d'uscita, fissata per il 14 gennaio, è probabilmente dovuta al fatto che poco prima di fine anno a causa di un leak l'album era finito in rete, scatendando il download illegale. "High Hopes" si compone di dodici tracce: 1. High Hopes 2. Harry's Place 3. American Skin (41 Shots) 4. Just Like Fire Would 5. Down In The Hole 6. Heaven's Wall 7. Frankie Fell In Love 8. This Is Your Sword 9. Hunter Of Invisible Game 10. The Ghost of Tom Joad 11.The Wall 12. Dream Baby Dream Bilbo

Adam Carpet, il disco, arriva nei negozi il 4 febbraio

Rock News
Esce il 4 febbraio 2014, distribuito da Edel, l’album omonimo di debutto degli Adam Carpet con due bonus track Adam Carpet nasce a Milano dall’unione di artisti di livello: Diego Galeri (Timoria, Miura), Alessandro Deidda (Le Vibrazioni, i Cosi), Edoardo “Double t” Barbosa, Giovanni Calella (Kalweit and The Spokes) e la giovane Silvia Ottanà. Il progetto è atipico fin dalla formazione: due batterie (Diego e Alessandro) due bassi elettrici (Edoardo e Silvia), chitarra/synth (Giovanni) e un’attitudine squisitamente strumentale. Adam Carpet l’album omonimo della band è uscito lo scorso febbraio, anticipato dai singoli Babi Yar e i Pusinanti, registrato al Mono studio di Milano per Rude Records. Adam Carpet, il disco, arriva nei negozi (distribuito da Edel) con l’aggiunta di due bonus track

Ivo Perelman, Joe Morris, Balasz Pandi: One

Recensioni
Marco Ottolini "free jazz ‹frìi ǧä∫› locuz. ingl. (propr. «jazz libero»), usata in ital. come s. m. – Stile di jazz, sorto negli Stati Uniti d’America tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio dei Sessanta, caratterizzato dalla ricerca di un’estrema libertà armonica e ritmica e dal ritorno, come nel jazz delle origini, all’improvvisazione collettiva..." La definizione della Treccani si adatta perfettamente al disco di questo “power trio da dimostrazione di poteri quasi telepatici”. Ivo Perelman, sassofonista tenore brasiliano, si unisce a Joe Morris, contrabbassista che si cimenta per la prima volta su disco al basso elettrico, e Balasz Pandi, batterista ungherese specializzato nell’hardcore, per sperimentare, divertirsi e improvvisare. Nulla di male, la musica è anche questo, trovarsi p

Edith a.u.f.n. un disco leggero: la recensione

Recensioni
Marco Ottolini Edith a.u.f.n. “Edith a.u.f.n” Edith aveva un fondo nichilista. Questo il significato dell’acronimo che dà il nome al gruppo. Per chi se lo chiedeva, come me, eccolo accontentato. E se qualcuno si dovesse chiedere anche come è il disco, lo accontento subito anche in questo caso. E’ un disco leggero. Non leggero nel senso di fresco o solare, ma leggero perché l’ho trovato a tratti poco consistente. I cinque musicisti abruzzesi si dimostrano davvero bravi nel portare avanti il loro progetto; progetto però che meriterebbe maggior sviluppo, e distinzione. La ripetitività anni ’80 di un pezzo come “Gwen”, a lungo andare, diventa quasi frustrante. “Mezz’ora” ha dentro di sé una forza pronta ad esplodere, a partire dal testo, ma tutto sembra rimanere lì fermo. Forse è una scelta

Motorhead: arriva “Aftershock” il nuovo album

Album, Heavy Metal
Cominciano a delinearsi i dettagli di "Afershock", il nuovo disco dei Motorhead. L'album registrato all'interno degli NRG Studios di Hollywood contiene 14 tracce fra le quali spiccano "Heartbreaker” con il suo ritornello accattivante, di “Paralyzed” e l’attacco sonoro infuocato della chitarra di Phil Campbell. Il disco si caratterizza per il sound che ha caratterizzato l'intera carriera dei Motorhead, e che ha permesso loro di costruirsi un'identità tale, che sono in molti a ritenere che il gruppo abbia saputo negli anni creare un genere tutto suo. Queste le 14 trecce di "Afershock", l'ultima fatica di Lemmy (basso e voce), Phil Campbell (chitarra) e Mikkey Dee (batteria) i Motorhead: Heartbreaker Coup de Grace Lost Woman Blues End Of Time Do You Believe Death Machine Dust And Glass Goin

Pearl Jam “Lightning bolt”: la track list

Album
Manca poco più di un mese all'uscita del nuovo album dei Pearl Jam. "Lightning bolt" vedrà la luce il prossimo 15 ottobre, intanto, in attesa dell'uscita del loro decimo album, i Pearl Jam hanno deciso di stuzzicare la fantasia dei fans rendendo nota la track list. Queste le 12 tracce di "Lightining bolt": Getaway Mind Your Manners My Father's Son Sirens Lightning Bolt Infallible Pendulum Swallowed Whole Let The Records Play Sleeping By Myself Yellow Moon Future Days Il chitarrista Mike McCready ha definito "Lightning bolt" come la logica contnuazione di "BackSpacer" anche se nel nuovo disco è possibile trovare: "Un po' più di ispirazione sperimentale. C'è una vena alla Pink Floyd in alcuni brani, in altri c'è un'attitudine punk rock".