Tag: salvatore

Le Pussy Riot sono state scarcerate

Rock News
Lei è  Maria Aliokhina, una delle due Pussy Riot finita in prigione, scarcerata questa mattina, grazie all'amnistia voluta di recente dal Cremlino. Tanto buonismo russo non si era visto come negli ultimi giorni, che ci sia sotto qualcosa? che sia il Natale a scaldare il cuore di Putin? per ora non importa. Ciò che importa è che "Alle 9,10 circa (ora locale; ndr) Masha e' uscita dalla colonia penale numero 2 di Nizhni Novgorod. Ora e' diretta alla stazione con il suo avvocato, da li' partira' per Mosca". Poco dopo, arriva anche la notizia della liberazione di Nadia Tolokonnikova.Nadia, insieme a Maria stava scontando una pena di due anni di reclusione per "teppismo motivato da odio religioso". Loro insieme al resto del gruppo punk e femminista Pussy Riot, a febbraio 2012, misero in scena un

Elio e le Storie Tese cambiano nome in sostegno delle Pussy Riot: Italia vs Russia

Cantanti italiani, Flash News, LaMusicaPop
Come riportato da Linkiesta, la band milanese dal proprio sito ufficiale: «Saremo i "Pistolino Riot" finché non le liberano». Accuse a Putin, definito "karateka fascistone". Intanto, la band russa rimane in carcere per aver contestato il Cremlino nel febbraio scorso. Attualmente le tre ragazze sono sotto processo a Mosca. Elio e le Storie Tese come Who, Pulp, Smiths e Franz Ferdinand. La band milanese ha scelto di seguire l'esempio tracciato dai grandi rocker d'oltremanica e d'oltreoceano, decidendo di scendere in campo a sostegno delle Pussy Riot, la band punk-rock russa di sole donne messa sotto processo per aver cantato canzoni contro il Cremlino ed aver contestato apertamente la politica di Putin nei mesi scorsi. É la prima band italiana a schierarsi apertamente per la causa. Le gi

Banditi del Clima: noi&voi insieme a Sud Sound System, Irene Grandi, Piotta & Greenpeace

Cantanti italiani, Interviste, LaMusicaPop, Rock News
Sul sito www.banditidelclima.org è questo il “comunicato” che appare:“Lo scorso 6 dicembre il nostro responsabile della campagna Energia e Clima, Salvatore Barbera, è stato bandito da Roma per due anni con un foglio di via obbligatorio. Il suo crimine? Aver partecipato a una protesta nonviolenta in difesa del clima, davanti a Palazzo Chigi, per chiedere al nostro Governo di impegnarsi contro i cambiamenti climatici. Se un attivista di Greenpeace è un bandito, tutti noi siamo banditi del clima. E tu? Entra in azione: compila il form e invia la tua foto” noi de lamusicarock.com abbiamo aderito alla mobilitazione di Greenpeace in sostegno a Salvatore Barbera, l’attivista dell’associazione e responsabile della campagna clima e energia, che è stato bandito da Roma per ben due anni in seguito al