Tag: nme

Cosa c’è dietro i nomi delle rock star?

Flash News
Cosa c'è dietro il nome di un gruppo o il nome d'arte di una rock star? La prestigiosa rivista NME, nella sua versione on line, ha provato a spiegare cosa si cela dietro ai nomi di alcune famosissime star della musica. Perché i Coldplay si chiamano Coldplay? Perché Lana è Del Rey? cosa c'entrano i Simpson con i Fall Out Boys? Tutte domande alle quali NME ha dato risposta. Ecco le più interessanti. Lynyrd Skynyrd: Il nome del gruppo è la versione storpiata, dalla pronuncia tipica del sud degli Stati Uniti, di Leonard Skinner professore di ginnastica del liceo di Jacksonville, frequentato da alcuni membri della band. Green Day: Prima c'erano i "Sweet Children", poi Billie Joe decise di scrivere una canzone dal titolo "Green Day" l'espressione usata in California per descrivere un giorno i

Foo Fighters: “Potremmo fare un Festival in proprio…”

Cantanti USA, Rock News
Nel periodo più caldo della promozione per mezzo stampa del nuovo disco dei Foo Fighters, Sonic Highways, uscito nei giorni scorsi, Dave Grohl e soci, per mezzo di NME, hanno fatto sapere di essere intenzionati ad organizzare, come già fanno altri artisti e gruppi, una sorta di Festival "in proprio" ed ha dichiarato: "Sapete una cosa? Dovremmo metterci in proprio. Il prossimo 4 luglio ricorreranno i nostri vent'anni di attività. Anni fa avevo pensato: 'Quando succederà faremo un grande concerto nella città dove sono cresciuto'. E l'abbiamo fatto, e questo è il nostro modo per celebrare i 4 luglio e la nostra ricorrenza. Ci saranno i fuochi artificiali e le gare di moto: è una cosa da pazzi, ma quando l'abbiamo annunciato abbiamo venduto 40mila biglietti in un solo giorno o qualcosa del ge

Dave Grohl: “Non registrerei nuovamente un album in 8 città diverse!”

Rock News
In una recente intervista ad NME, il frontman dei Foo Fighters Dave Grohl ha avuto modo di parlare nuovamente della sua esperienza che ha avuto di registrare Sonic Highways in 8 città diverse, ed ha dichiarato: "Non credo proprio che rifarei un'esperienza simile, cazzo. Sono però ben conscio che ci potrebbero essere band di altri Paesi che potrebbero fare qualcosa del genere. L'Inghilterra ad esempio è un'altra nazione dove ogni città ha una particolare rilevanza a livello regionale, in cui potrebbe essere realizzata un'esperienza simile alla nostra. Penso comunque che ogni nazione potrebbe avere un album realizzato sullo stile del nostro." I Foo Fighters sono attualmente in lizza per poter partecipare al Festival di Glastonbury come headliner, e lo stesso Grohl ha affermato più volte di e

Jack White da record: singolo pubblicato 4 ore dopo la registrazione

Flash News
In occasione del Record Store Day, Jack White ha pubblicato a tempi di record il suo nuovo singolo, title track del suo nuovo album "Lazaretto". L'ex frontman dei White Stripes infatti, è entrato in studio alle 10 del mattino a Nashville, incidendo il singolo in questione e la cover di “The power of my love” di Elvis Presley. Lo studio della Third Man Records è infatti l’unico al mondo dove si possa suonare dal vivo e registrare direttamente su vinile. Appena terminati i due brani, la copia è stata mandata in stampa alla United Record Pressing, sempre a Nashville, e meno di quattro ore dopo lo stesso White si è presentato fuori dal negozio della sua etichetta con in mano le copie del disco da mettere in vendita. Un vero record! Durante la conferenza stampa tenutasi poco dopo, Jack White ha

Muse: da maggio di nuovo in studio per il nuovo album

Gruppi inglesi, Rock News
Ve ne avevamo già parlato dei mesi scorsi, ma a quanto pare nei giorni scorsi è arrivata la conferma da parte di Dominic Howard, batterista dei Muse. In un intervista rilascata alla radio americana KROQ in occasione del Coachella Festival, il batterista inglese ha infatti dichiarato: "Inizieremo quest'anno. Il Coachella costituisce i nostri ultimi due concerti, poi l'album attuale abbiamo finito di portarlo in tour. Sarebbe una gran bella cosa se riuscissimo a pubblicare qualcosa già quest'anno, altrimenti di sicuro sarà per l'anno prossimo" Secondo il magazine britannico NME inoltre, la band tornerà in studio già dal prossimo maggio. Non appena sapremo qualcosa di più ve lo faremo sapere!

Damon Albarn rilancia: “Potrei collaborare con Noel Gallagher”

Gruppi inglesi, Rock News
Della possibile collaborazione tra Damon Albarn e Noel Gallagher se ne parla da diverso tempo: in primis fu il bassista dei Blur, Alex James, che dichiarò che i due stavano già lavorando a qualcosa assieme, venendo poi smentito dallo stesso Gallagher, il quale successivamente però ritrattò le sue dichiarazioni, affermando che una collaborazione tra lui ed il leader dei Blur sarebbe stata possibile. L'unico che ad ora non si era ancora sbilanciato su questo ipotetico progetto musicale era stato lo stesso Albarn, che però, in una recente intervista ad NME ha avuto modo di parlare di questa cosa, ed ha dichiarato: "Di tanto in tanto Noel lo vedo, ci mandiamo dei messaggi. Credo che in futuro la possibilità di lavorare insieme possa diventare effettivamente concreta, ma non ne abbiamo ancora p

Julian Casablancas: un documentario su… se stesso!

Flash News
Dopo i numerosi live dei giorni scorsi, che però non hanno del tutto convinto i fan più affiatati, Julian Casablancas ha pubblicato un mini documentario di 8 minuti, intitolato "Can I VHS You?" in cui cerca di spiegare ai propri fan la natura "bizzarra" del suo nuovo progetto solista con i The Voidz. Il leader degli Strokes appare in video con il chitarrista Jeramy "Beardo" Gritter, e discute con lui del nuovo album e del suo significato intrinseco. Il disco, secondo Casablancas, sarà “una sorta di disco concept contro la corruzione”, ed ha inoltre aggiunto: "Ci stiamo divertendo in una zona di passaggio della musica che non è mai stata esplorata. Mi sono sempre detto che le cose migliori non avvengono mai in tempo, ci mettono sempre anni. Penso all'arte musicalmente, se riesci a creare qu

Smashing Pumpkins: due nuovi album nel 2015

Rock News
Billy Corgan e soci sarebbero decisamente al lavoro negli ultimi tempi. E' infatti stato reso noto che gli Smashing Pumpkins hanno intenzione di rilasciare due nuovi dischi nel corso del prossimo anno. I due dischi, pubblicati da BMG, si chiameranno "Monuments to an Elegy" e "Day for Night". Stando inoltre a quando pubblicato dagli stessi Smashing Pumpkins sul loro nuovo sito, le registrazioni dei nuovi album sarebbero già cominciate e nel corso del 2014 uscirà il primo singolo. I dischi saranno realizzati con la collaborazione di Howard Willing, che già collaborò con Corgan alle session di "Adore" del 1998. Billy Corgan, a tale proposito ha inoltre dichiarato: "Chi fosse interessato alle sonorità pensi a chitarre, chitarre chitarre e ancora chitarre; ma con un piglio epico e non grossolan

NME Awards 2014 trionfano gli Arctic Monkeys

Gruppi inglesi
"New Musical Express", il celeberrimo settimanale di musica britannico meglio noto semplicemente come NME, ha distribuito i suoi premi: gli NME Awards 2014. La cerimonia di consegna del riconoscimento, molto apprezzato dai gruppi proprio perché elargito da critici esperti e molto seguiti, ha visto protagonisti gli Arctic Monkeys. "Best British band", "Best album", "Best live band", "Best fan community" gli awards andati al gruppo, al quale va aggiunto il "Hero of the year" conquistato dal frontman Alex Turner. Premi anche per Damon Albarn, Lily Allen e Paul McCartney. Ecco la lista completa dei vincitori dell'edizione 2014 degli NME Awards: Godlike Genius Blondie Songwriters’ Songwriter Paul McCartney Award For Innovation Damon Albarn Teenage Cancer Trust Outstanding Contribution to

Trent Reznor: “I Grammy una completa perdita di tempo”

Cantanti USA
Il leader dei Nine Inch Nails, Trent Reznor, è tornato a parlare della sua esibizione agli ultimi Grammy Awards, ed anche lui, come Josh Homme nei giorni scorsi, ha rivolto parole decisamente "poco cordiali" agli organizzatori dell'evento, soprattutto per aver tagliato in due la sua esibizione insieme allo stesso Homme, Dave Grohl e Lindsey Buckingham. Reznor ha infatti dichiarato: "No, i Grammy sono stati una completa perdita di tempo. Quando ci hanno detto 'Ehi, ai Grammy vi vorrebbero a suonare', è stato bello. Anche se non sono un fan dei Grammy, come ho già detto. [...] Per come sono fatto io ho subito pensato: 'Ok, se lo facciamo, quali vantaggi potrebbero derivarne?'. Josh Homme ed io abbiamo parlato a lungo dei pro e dei contro.[...] Quello che non avevamo previsto era che sarebber