Tag: elena contenta

Subsonica @ Casalecchio di Reno – Live Report e Foto

Live Report
Il tour dei Subsonica Una Nave in Una Foresta a Casalecchio di Reno Di Elena Contenta Una bellissima serata giovedì scorso 27 novembre all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (Bo) per il concerto dei Subsonica. La storica band torinese si fa trovare prontissima all’appuntamento con la data bolognese e confeziona una serata intensa e carica di emozioni, sostenuta da un’ottima scaletta e da una scenografia inaspettata e affascinante. A 15 anni dall’amatissimo Microchip emozionale, i Subsonica conservano il fascino atipico che li ha sempre accompagnati e riescono a consegnare, nonostante la chiara svolta pop degli ultimi dischi, una potenza e una ricchezza sonora che lascia sempre stupiti, pieni e adrenalinici. E la serata se n’è andata, del tutto simile a una festa tra amici venuta bene,

Vasto Siren Fest: la line up definitiva

Concerti & Festival
di Elena Contenta Vi avevo già parlato qualche tempo fa del Vasto Siren Fest (clicca qui per leggere l'articolo) in programma dal 24 al 27 luglio 2014 a Vasto in provincia di Chieti. Torno a farlo oggi perché qualche giorno fa è stata resa pubblica la line up definitiva. Riprendendo i nomi già noti e inserendo gli ultimi arrivati, il programma del festival abruzzese è, quindi, completo e parecchio interessante. Ad aprire la quattro giorni adriatica, il 24 luglio 2014, ci sarà un concerto speciale de I Giardini di Mirò. Poi, come anticipato, il 25 luglio 2014 sul palco saliranno The National, The Soft Moon, Dry the River, The Drones, Adriano Viterbini, Boxerin Club, Jennifer Gentle, Movie Star Junkies e Ninos du Brasil a cui si aggiungono, dopo le ultime news, Monaci del Surf, Giorgio Gigl

Vasto Siren Fest: la Line Up

Concerti & Festival
di Elena Contenta Quasi pronto il programma definitivo del Vasto Siren Fest 2014 Ci siamo. L'estate sta arrivando e, come di consueto (situazione socio-economica permettendo), per la gioia di tutti noi, questo inizio si accompagna al susseguirsi di festival e manifestazioni music addicted. Come si legge in una mia storica biografia, devo i natali a un piccolo paese dell'entroterra abruzzese. Questa informazione sarebbe del tutto trascurabile, non fosse che quest'estate, i misconosciuti Abruzzi saranno assolutamente protagonisti nel panorama delle rassegne musicali. Dal 24 al 27 luglio 2014, infatti, la storica città di Vasto in provincia di Chieti, ospiterà un evento del tutto eccezionale: il Vasto Siren Fest. Il programma definitivo sarà presto disponibile, ma parte della line up è già n

Gnut: Prenditi quello che meriti – la recensione

Recensioni
E' uscito il 22 aprile per INRI il terzo disco di Gnut, "Prenditi quello che meriti". A tre anni dallo splendido e malinconico "Il rumore della luce", il cantautore napoletano (al secolo Claudio Domestico) torna a raccontare pezzi di vita raccolti per strada, scampoli di esistenza visti per caso dal finestrino di un treno, istanti incrociati come sguardi, ritagli dimenticati in un cassetto. Un altro viaggio. Il primo o l'ultimo? Non importa. Avete presente quel momento? Quel momento che sei appena tornato da un viaggio. Magari un viaggio lungo. Magari un viaggio che dopo le cose sono diverse. E ti siedi. Apri la valigia (dentro probabilmente ci sarà un bellissimo disastro). Riconosci le pareti di casa. Il rumore che fa l'acqua, proprio quello unico, che fa l'acqua della tua doccia, quando

Pipers: esce Juliet Grove – la recensione

Recensioni
Esce il 28 gennaio 2014 per Pippola Music e Flake Records (Giappone) il secondo disco dei Pipers: Juliet Grove. Se avessimo costruito le nostre aspettative con la ragione, avremmo dovuto pensare di avere davanti un gruppo nato e cresciuto a Napoli (italiano fino al midollo, quindi) che ha scritto un disco per una Giulia incontrata tra gli alberi. Invece di pensarci troppo, alla fine, abbiamo solo schiacciato play. E allora abbiamo scoperto che Juliet Grove è, in realtà, una stradina di Wolverhampton (un po' più a nord di Birmingham), dove i Pipers hanno vissuto nel periodo di produzione del disco, e che di italiano, qui, non c'è praticamente niente. Le 10 tracce disegnano, infatti, in modo inequivocabile uno scorcio di Inghilterra. Cieli grigi, prati umidi e casette in mattoni rossi. Ne es

Soltanto in Salumeria della Musica: L’intervista

Interviste
Lunedì 16 dicembre. Scritta così, verrebbe da pensare a una fredda giornata di inizio inverno. Un triste lunedì da portare frettolosamente a termine in attesa dell'agognato e lontanissimo week end. E invece no. Lunedì 16 dicembre Soltanto ha portato la sua musica e la sua energia nello spazio della Salumeria della Musica (Via Pasinetti, 4 - Milano), trasformando una giornata qualunque in qualcosa di molto, molto di più. Una serata lunghissima che ha accompagnato il copioso pubblico tra emozioni diverse. Lui Matteo Terzi, in arte Soltanto, ha portato per mano i presenti in un viaggio fatto di stazioni, strade, parcheggi e banchine, un tour intero riprodotto con le alternanze di brani e cover. Un repertorio toccante e d'autore. Lamusicarock aveva incontrato Soltanto a inizio Settembre durant

INRI Fest: un week end della Madonna

Concerti & Festival
Dalla lettera di INRI ai suoi fedeli discepoli "Fratelli, il 6 e il 7 Dicembre si assisterà a una vera e propria messa laica a suon di musica e arte. Tutto questo a partire dalle ore 21, al CAP 10100 di Torino."  Dopo aver festeggiato la Santa Pasqua nel 2012, Inri torna a santificare una nuova festa: l'Immacolata Concezione. E lo fa a modo suo, celebrando in una due giorni con ingresso a offerta libera il proprio roster. Il programma dell'INRI Fest prevede: Venerdì 6: Linea 77, una delle più importanti band alternative rock italiane; I Monaci Del Surf; Cibo al loro esordio su INRI (presentano in anteprima il loro nuovo album); I Titor con le loro distorsioni hardcore e I Treni All'Alba con le loro visioni cinematiche. A seguire il dj set di Aladyn. Sabato 7: Bianco e Levante; The Cyborgs;

Fabrizio Coppola diventa scrittore: esce “Katana”

Cantanti italiani
“Katana” segna il debutto letterario di Fabrizio Coppola. Un libro che vede la luce dopo anni di lavoro, grazie alla passione per la scrittura che da sempre accompagna il cantautore milanese. Un romanzo che non è centrato sulla musica ma ne è stato sicuramente influenzato. “La prima stesura di Katana risale a cinque anni fa”, racconta Fabrizio Coppola. “Ci ho lavorato moltissimo, rubando il tempo qua e là, continuando a limare il linguaggio e a tagliare tutto ciò che mi sembrava superfluo. Se dovessi definire Katana, direi che è un romanzo new wave – una storia scura, urbana e carica di elettricità. Mentre scrivevo, ho ascoltato ossessivamente due dischi in particolare, An End Has a Start degli Editors e Turn On The Bright Lights degli Interpol, che mi hanno aiutato a trovare il giusto pas

Musica Nuda dal vivo al Bloom di Mezzago

Concerti & Festival
Venerdì 29 novembre 2013 il Bloom di Mezzago ospiterà una serata del tutto eccezionale. Il duo Musica Nuda tenterà di farci dimenticare per un paio d'ore l'imminente e, ormai, chiaro arrivo dell'inverno. Petra Magoni e Ferruccio Spinetti. Una voce che è più di una voce. Un contrabbasso che è più di un contrabbasso. Non servono molte altre presentazioni, Musica Nuda è un'esperienza che va vissuta sulla pelle, uno stordimento a cui abbandonarsi senza riserve, un sogno ad occhi aperti che prende forma e poi svanisce, lasciandoci tutte le volte un po' illuminati. Non mancate! Musica Nuda live at Bloom di Mezzago Venerdì 29 novembre 2013 - ore 21:30 Qui trovate il link per comprare i biglietti in prevendita: Ticket One - Compra i biglietti Per maggiori informazioni: Evento Facebook, Sito Uffi

Mondovisione – Luciano Ligabue: la recensione

Recensioni
Esce oggi, 26 novembre 2013, il decimo disco di inediti di Luciano Ligabue, Mondovisione. Titolo semplice e diretto. Quello che unisce le 14 tracce del nuovo album è, infatti, un'idea, una visione, una foto pulita del mondo per quello che è. Del nostro mondo. Chiamiamolo pure del mondo italiano. A tre anni di distanza da "Arrivederci, Mostro", e dopo uno storico cambio di produzione (Mondovisione è prodotto assieme a Luciano Luisi) oltre che di look, Ligabue torna con un lavoro decisamente più rock rispetto al passato, per raccontare un suo personale viaggio attorno al mondo: un viaggio che percorre la geografia dell'anima e lo spazio delle emozioni. Un percorso di cui ci arriva chiara, però, più che altro la fatica. E forse, non a caso, la copertina riporta un mondo accartocciato, abbracc