Tag: 2014

Marta Sui Tubi: le foto del concerto all’Alcatraz, Milano

Live Report
All’Alcatraz di Milano, il 3 dicembre 2014, sul palco i Marta Sui Tubi. Opening act  The Black Beat Movement   di Iara Savoia Pubblico gremito per la band sulle scene dal 2002, che ha regalato ai fan un concerto ricco dei loro successi. In scaletta brani dagli ultimi due album, un pezzo (Post) dal loro album d’esordio e i due successi sanremesi: Dispari e Vorrei. Sul palco anche Malika Ayane che ha eseguito con la band La Ladra. Un pubblico numeroso, che ha cantato con entusiasmo tutti i brani ed ha accolto la band con calorose urla. SCALETTA: Cenere Licantropo Il Primo Volo Salvagente Tre (+ hoochi coochiman) Cristiana I Nostri Segreti La Spesa (acoustic) Via Dante L’Unica Cosa A Modo Mio Dominique Divino Il Giorno Del Mio Compleanno La Ladra feat Malika Ayane Post Lauto Ritratto

L’ Oroscopo rock di Dicembre a cura di Andrea Labanca

Oroscopo Rock, Rubriche Rock
Secondo il calendario gregoriano dicembre è il dodicesimo ed ultimo mese dell’anno e il primo mese dell’inverno. Si celebra il Natale di Gesù il 25 dicembre.  Il 31 dicembre si festeggia San Silvestro, ultimo giorno dell'anno. E' il mese in cui si fanno i conti con se stesso e con gli altri. Si tirano le somme dei mesi passati. Serve sangue freddo e capacità di analisi per affrontarlo. Andrea Labanca ne ha da vendere, ed ha fatto questo lavoro per voi. Ecco l'oroscopo di Dicembre, consigli di vita e musicali a cura di Andrea Labanca: Toro Sarà un Dicembre minato da grandi quesiti per te, sia interiori che provenienti dall'esterno. Ti saranno richieste delle cose molto precise sia in ambito lavorativo che affettivo e sopratutto qualche giorno prima di Natale ti assaliranno dubbi interiori m

Take That : III – La recensione

LaMusicaPop, Recensioni
*Fan advisory* : questa recensione contiene critiche ai Take That... Di Elena Giosmin Ed ecco che rimasero in tre, o meglio III. Neil McCormick sul Telegraph ha ironicamente sottolineato che "i Take That perdono membri della band con l'allarmante frequenza di un giallo di Agatha Christie". In effetti, dopo la provvisoria reunion del 2010 con Robbie Williams e l'ottimo Progress, le cose sono cambiate: Williams è ri-scomparso per la sua carriera solista e una prole in continuo ed allarmante aumento e Jason Orange ha abbandonato, pochi mesi fa, per un mai confessato terrore da palcoscenico, che lo ha da sempre accompagnato e che non è più disposto a combattere. Chi resta? I due song-writer Barlow-Owen e il corista/dj figo Donald. Il risultato è pop allo stato puro, divertito e divertente, spo

Ongaku Motel : Ogni Strada è un Ricordo – La recensione

Recensioni
Pubblicato  il 18 novembre OGNI STRADA È UN RICORDO è il primo EP del trio Ongaku Motel (autoprodotto) di Kant93 Mischiando Folk e Pop quel che otteniamo è una delle più pacate, comuni e sognanti combinazioni musicali. Gli Ongaku Motel si propongono proprio di concretizzare questa unione con questo EP, una prova con cui la band vuole farsi conoscere La formazione nasce a Milano ed è composta da Fabio Pellegrini, Davide Giusto e Piergiorgio Idà, rispettivamente chitarista e voce, batteria e basso. Il nome è senz'ombra di dubbio molto particolare da analizzare. Il termine Motel credo lo sappiamo tutti cosa significhi mentre "Ongaku" non è soltanto la trasposizione giapponese dell'italiano "musica" ma la connotazione più precisa è "gioia dei suoni", una terminologia che ci fa subito capire l

Metal Milano @ Arci Svolta, Milano – Foto

Live Report
Metal Milano presenta: Scream Baby Scream+Raging Dead+Sfrènzols all'Arci Svolta di Rozzano di Guenda Deda Questa volta in quel di Rozzano alle porte di Milano regna il metal per un sabato sera rock and roll. Sabato scorso noi de "Lamusicarock.com" eravamo infatti presenti per un live di band metal emergenti di zona. Aprono lo show i 4 Sfrènzols di Milano con il loro groove metal. Si presentano sul palco tutti mascherati, a parte il cantante. Ma ecco che è il turno dei Raging Dead. Direttamente da Cremona, il loro horror punk metal è graffiante e lascia subito il segno. Basta guardarli: i 4 esprimono a pieno il loro genere, anche esteticamente. È il momento della band di punta della serata: gli Scream Baby Scream. Reduci di un tour, i 4 rockers hanno attraversato in lungo e in largo l'Ingh

Counting Crows: le foto del concerto all’Alcatraz – Milano

Live Report
Counting Crows in concerto all'Alcatraz di Milano. Opening act Lucy Rose  La band di Adam Duritz è diventata un simbolo della cosiddetta Generazione X con l'album d’esordio, “August and Everything After”, considerato uno dei migliori album alternative rock degli anni Novanta.I Counting Crows  a settembre hanno rilasciato il nuovo album, “Somewhere Under Wonderland”, . Il settimo lavoro in studio dei Counting Crows arriva a sei anni di distanza da “Saturday Nights & Sunday Mornings”, il nuovo materiale è stato presentato ai fan durante l'esibizione all'Alcatraz di Milano,  domenica 23 novembre 2014, insieme alle grandi hit come "Mr. Jones" e "Round Here". di seguito le foto di Alberto Pezzali Counting Crows [shashin type="albumphotos" id="589" size="small" crop="n" columns="max" capti

Peter Punk: Il seme della follia – Recensione & Streaming

Recensioni
Ritornano con un nuovo disco autoprodotto, i Peter Punk la band di hardcore e punk melodico, formatasi negli anni 90.”Il seme della follia” il titolo del nuovo lavoro. di Francesco Miliano La band si forma nel 1994 in pieno periodo di fertilità del rock italiano indipendente, periodo magico specialmente per la “scena” del Punk melodico italiano, con realtà come i Moravagine, Shandon, Punkreas, i primi Meganoidi o i Derozer. La band è rientrata in studio con una nuova energia dopo la reunion del 2013,il ritorno dei Peter Punk con il loro album di inediti, è un lieto ritorno alle sonorità che caratterizzavano il rock di 15 anni fa quando la scena italiana era più sanguigna espressiva ed incazzata, e certe band si affermavano anche all’estero come fu all’epoca dei primi anni 90 per i Raw Pow

Happy Punk Night: le foto della serata all’Arci Svolta

Live Report
"Il punk è vivo più che mai in quel di Rozzano", Venerdi 14 novembre 2014,  noi de "Lamusicarock.com" eravamo a Rozzano, appena fuori Milano all'Arci Svolta, per assistere a una serata di punk rock. di Guenda Deda I gruppi che hanno dato vita alla serata sono giovani,freschi ma comunque conosciuti nel loro ambiente. Danno inizio alla serata i "Gramigna" con il loro punk di protesta ambientalista, ecologista e antiimperialista. Roba che fa pensare. La seconda band sul palco ad esibirsi è "The Crushed Cans" che ritorna in pista dopo due cambi tattici; il nuovo bassista super rock e l'aggiunta della seconda chitarra. Il loro punk ci fa scatenare e divertire come non mai! Dopo di loro, arrivano i "Punkoscenico" con il loro punk rock tosto e veloce e il loro look indiscutibilmente cool. Sale su

Datevi Fuoco Night con Pino Scotto al Bloom

Concerti & Festival
Sabato 15 Novembre 2014, in quel di Mezzago(MI) al mitico Bloom ci sarà il rocker più rock del mondo: Pino Scotto. di Guenda Deda Per la "DATEVI FUOCO NIGHT-ROCK'N'ROLL PARTY", che già il nome della serata ne prevede delle belle, oltre a Pino ci saranno i Nemesi e poi un DJ SET. L'ingresso costerà solo 5€, quindi ne vale assolutamente la pena! Pino Scotto presenta il suo nuovo ambizioso lavoro "Vuoti di memoria" che esce dopo due anni da "Codici Kappaò". L'album contiene due inediti(uno in italiano, uno in inglese) e dieci cover, di cui la metà in inglese. Le reinterpretazioni di Pino trasformano pezzi vecchi in pezzi super attuali; citiamo ad esempio Svalutation di A. Celentano e "E se ci diranno" di L. Tenco, ma come anche un pezzo di Elvis e uno dei Motorhead. Insomma, molte scelte ori

Nadàr Solo: Fame – la recensione

Recensioni
Il trio torinese torna con un disco determinato e spiazzante: Fame, il quarto album dei Nadàr Solo (il terzo firmato dalla produzione di Massive Arts Records), racchiude sonorità e contenuti ruvidi e impulsivi.     di Eleonora Montesanti I Nadàr solo sono diventati adulti: lo si percepisce dalla consapevolezza di fondo che accompagna questo disco, sia a livello di arrangiamenti, sia di testi. Undici tracce sincere e dirette nate in naturalità dalla testa e dalle mani di Matteo Dei Simone, Federico Puttilli e Alessio Sanfilippo, volutamente senza fronzoli, studiate sì nel dettaglio, ma proprio per essere spontanee. Ascoltando questo disco, infatti, ci si sente quasi nel bel mezzo di un concerto.  L'essenzialità di questi suoni a tratti sporchi, a tratti ipnotici, a tratti dolci e acuti è un