LaMusicaDalBasso: StoParDeBassi – Parte 4

di Milo Trombin

Rieccoci con la quarta e quasi ultima parte. Le prime tre le potete trovare qui: Parte1 Parte2 Parte3

Dicevo, quasi ultima parte perché, parlando di gruppi veri e propri a due o più bassi, questa è in effetti l’ultima parte dell’articolone; ma ce ne sarà una quinta in cui parlerò di formazioni “temporanee” a più bassi, ossia non di band vere e proprie ma bensì di bassisti che solitamente si fanno i fatti propri ma per quell’occasione hanno deciso di suonare con altri bassisti.

Ma ne parleremo meglio la prossima volta. Ora sono qui per darvi l’ultima carrellata di bassi plurimi.

Partiamo con i GIRLS AGAINST BOYS. Secondo Wikipedia sono in giro dal 1988 e fanno post-hardcore. Fondamentalmente non sono sicuro di saper identificare questo genere di musica, ma devo dire che i GVSB si lasciano ascoltare abbastanza bene. Nulla di eclatante, almeno per me. È uno di quei gruppi che definirei “Background”, ossia li lascerei andare sullo stereo anche per ore, a patto che non mi concentri ad ascoltarli. Devono essere un sottofondo, interessante, che dà energia, ma solo un sottofondo.

Il loro sito ufficiale è qui, la loro pagina facebook è questa. Di seguito un loro video per farvi un’idea:

si va avanti con i NED’S ATOMIC DUSTBIN, band inglese nata nel 1987 e ancora attiva che fa alternative rock. Anche qui, nulla di eclatante, ma forse un filino più interessanti dei precedenti: non li terrei solo in background, ecco. Comunque, questo è il loro sito e qui vi potete ascoltare un loro brano:

Procediamo. Ora tocca ai SUPERCANIFRADICIADESPIAREDOSI, italiani, attivi dal 2001. Fanno un rock interessante, anche se devo ammettere che i testi non sono proprio chiari. Se li trovate interessanti, li potete seguire su facebook e sul loro sito ci sono audio, video e date per potervi togliere delle curiosità su di loro.

Per adesso potete iniziare ad ascoltarvi questo pezzo, AOU:

Restiamo in italia con i BLINDOSBARRA, band genovese nata nel 1992 e qui la loro pagina facebook. Qui ci si avvicina al funk, cantato a volte in dialetto genovese. Questi si che vanno sentiti (e, se conoscete il genovese, anche capiti!) e non in sottofondo, perché meritano proprio tanto. Ditemi se non è vero?

Tenderei a chiudere questa quarta parte con qualcosa di allegro: i CANTATA SANGUI. Si tratta di un gruppo finnico gothic metal. Wikipedia dice che sono ancora attivi e che hanno due o tre bassisti. Ma non ne sono certo, perché si tratta della wikipedia finnica e il mio suomi è un po’ arrugginito.

Qui c’è la loro pagina facebook e qui quella di myspace. Ascoltateli.

Naturalmente, come sempre, se volete dirmi cose, farmi conoscere nuovi gruppi o quant’altro vi passi per la testa, la mia mail è milo.trombin@yahoo.it