LaMusicaDalBasso: Tongs – il duo basso batteria

Per la rubrica LaMusicaDalBasso oggi Milo ci propone i Tongs: duo composto da Carlo Garof (batteria, percussioni) e Antonio Bertoni (basso, elettronica)

di Milo Trombin

Less is more.

Frase forse un po’ abusata ma sempre vera e attuale.

Guardate ad esempio i Doors: Jim alla voce, Ray alla pianolina bontempi e poi boh…

O gli White Stripes: Jack alla chitarra e voce e Meg alla batteria…

Si, belli, ma se poi vuoi fare Roadhouse Blues devi andare a prenderti pure un bassista, o se vuoi diventare famoso col POO-PO-PO-PO-PO-POO-POOOO dei mondiali 2006 o ti pigli un bassista o, per lo meno, attacchi un octaver alla tua chitarrina rossa per far finta che ce l’hai.

Insomma, col cavolo che Less is More, se poi non hai alle spalle una sala motori che tira e fa andare il pezzo!

Nota: dicesi “sala motori” la parte ritmica della band, ossia quella formata da Basso e Batteria (definizione rubata a Davide Van De Sfroos)

e qui arriviamo alla discussione di oggi: e se ci fosse solo la sala motori? si riuscirebbe a dire Less is More senza compromessi?

È una cosa che mi sono chiesto spesso: ci sono gruppi a cui sembra che manchino dei pezzi ma quando ascolti i loro album, c’è tutto. Anche i Green Day: ufficialmente sono in tre ma poi nei live sono sempre almeno in quattro sul palco… Quindi non esiste una band “minimal” che poi rimanga minimal per davvero, senza recuperare pezzi in giro per poter fare ciò che vuole fare?

La risposta me l’hanno data i TONGS, una band decisamente “minimal”, formata “solo dalla Sala Motori”.

Basso e Batteria. E nulla più.

La batteria di Carlo Garof è decisamente potente, picchia giù duro e non lascia spazio ad indecisioni: sembra dirci “ti piaccia oppure no, questo è il nostro sound, niente compromessi”.

Ok, la batteria c’è, il ritmo è forte, importante, incessante, incalzante, martellante ma manca pur sempre qualcosa per poter riempire i timpani della gente: manca una melodia. Siamo italiani, siamo la patria della musica melodica e voi ci proponete un duo fatto prevalentemente di ritmica? Che corraggio!

Si, che coraggio, ma un coraggio che ripaga in pieno! Il basso di Antonio Bertoni, circondato dagli effetti e da un’elettronica ben articolata, circonda a sua volta l’ascoltatore che, se ha il coraggio di mollare anche solo per un attimo gli ormeggi dal porto sicuro della musica leggera, potrà navigare all’interno di questo rock decisamente sperimentale e complesso. Inevitabilmente la forza ritmica del duo ci ricorda qualcosa di primitivo, di atavico, che ci colpisce nel profondo e che difficilmente ci lascerà indifferenti. Le linee di basso si muovono agilmente tra la parte melodica, distaccandosi dal battito della batteria, e la parte invece più ritmica, quella che ti colpisce allo stomaco e ti travolge.

Oggi vi parlo dei Tongs perché il 6 Marzo uscirà il loro terzo album, per l’etichetta Sinusite Records; si chiama semplicemente “Tongs”, come loro, e questa è la copertina:

TONGS album cover SMALL

 

Se vuoi collaborare con LaMusicaRock.com puoi CONTATTARCI QUI siamo sempre alla ricerca di appassionati di musica!