ZZ Top, parla Billy Gibbons: “A breve un nuovo album”

zz topA quanto pare non dovremo aspettare troppo tempo per un nuovo disco degli ZZ Top; infatti, anche se tra “Mescalero” a “La Futura” (gli ultimi due album della band, N.d.R.) erano passati 9 anni, da quanto è stato dichiarato da Billy Gibbons, ci sarebbe già abbastanza materiale per far uscire un nuovo disco: il barbuto chitarrista degli ZZ Top ha infatti dichiarato:

“Per ‘La futura’ abbiamo scelto undici brani su ventidue demo. Adesso abbiamo ventisette bozze, dalle quali selezioneremo ventidue provini da lavorare, che è comunque un discreto mucchio di materiale. Quindi, molto probabilmente, tra poco arriverà un nuovo disco pieno di bella roba: ci sono delle grandi canzoni che aspettano solo di essere ascoltate. Adesso non c’è che da aspettare la telefonata di Rick Rubin che ci faccia sapere di essere pronto: potrebbe succedere oggi o tra tre mesi. Lui non è mai di fretta e non si aspetta che gli artisti siano frettolosi: quello che posso fare è rispettare la sua volontà di fare germinare magicamente i progetti ai quali lavora”.

Billy Gibbons ha inoltre affermato di essere al lavoro con David Guetta, celeberrimo dj e produttore discografico francese, decisamente agli Antipodi per stile e sound rispetto alla band texana.

“Ero curioso di vedere come i dj facessero certe cose, come lavorassero. E, naturalmente, anche loro mi tampinavano per portare un po’ di chitarra nella loro musica. L’unica cosa che manca alla musica dance è un buon chitarrista, mi hanno detto. Al che la mi risposta è stata: Vediamo se riusciamo a mettere insieme le due cose e a scuoterle un po. Ci sono tra le otto e le dieci tracce che, a grandi linee, io considero già complete, e che potrebbero venire pubblicate molto presto. Non sarà come ci si potrebbe aspettare. Tipo: “Cosa? Gibbons che si mette a fare musica elettronica?”. La gente spesso dimentica che quello che ha reso ‘Eliminator’ è stata la possibilità di divertirsi con tutti quegli aggeggi moderni in studio. E’ una cosa che mi ha sempre affascinato, ecco perché il tempo che ho passato in Spagna è stato molto fruttuoso”.