Verdena Wow tour: la recensione dello show di Milano

verdena_miamo032Chi meglio dei Verdena avrebbe potuto chiudere la tre giorni rock del MìAmi? Al momento probabilmente nessuna band in italiana, sarebbe stata in grado di richiamare un pubblico così ampio e di offrire uno show di tale impatto. I tre ragazzi di Bergamo, salgono sul palco attorno alle undici. Benchè sia stata una giornata di rock sotto il sole, a casa non è ancora andato nessuno. Lo spazio “vitale” è quasi ridotto a zero.

Si parte con le canzoni del nuovo album “Wow”. Alberto è alle tastiere, suo fratello, quasi nascosto in un angolo, picchia sulla batteria, mentre Roberta e il suo basso, veri protagonisti dello show, legano il sound dei Verdena.
La sensazione è che i tre siano maturati. Sembrano lontani i tempi in cui Alberto si rivoltava contro i fratelli non appena sentiva qualcosa che non andava nel suono. Maturati forse come quel pubblico, che è cresciuto con loro negli anni del liceo e che domenica sera ha riempito il Magnolia. Maturati si, almeno fin quando la band non attacca “Valvonauta”: è il delirio!

Tutte le foto by Marcelo De Palo