Le Pussy Riot sono state scarcerate

y Riot Lei è  Maria Aliokhina, una delle due Pussy Riot finita in prigione, scarcerata questa mattina, grazie all’amnistia voluta di recente dal Cremlino. Tanto buonismo russo non si era visto come negli ultimi giorni, che ci sia sotto qualcosa? che sia il Natale a scaldare il cuore di Putin? per ora non importa. Ciò che importa è che “Alle 9,10 circa (ora locale; ndr) Masha e’ uscita dalla colonia penale numero 2 di Nizhni Novgorod. Ora e’ diretta alla stazione con il suo avvocato, da li’ partira’ per Mosca”. Poco dopo, arriva anche la notizia della liberazione di Nadia Tolokonnikova.Scarcerazione Pussy RiotNadia, insieme a Maria stava scontando una pena di due anni di reclusione per “teppismo motivato da odio religioso”. Loro insieme al resto del gruppo punk e femminista Pussy Riot, a febbraio 2012, misero in scena una performance contro Vladimir Putin nella Cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca. Questo show provocò le ire assurde del Patriarcato Ortodosso russo e dello stesso Cremlino, dove Putin si preparava a tornare per il suo terzo mandato presidenziale.