Paul McCartney attacca i Rolling Stones

McCartney Paul McCartney, attacca i loro più acerrimi rivali, i Rolling Stones, attraverso le parole lanciate via radio: “I Rolling Stones hanno copiato i Beatles. È per questo che hanno avuto tutto quel successo…“. Dopo il concerto a sorpresa a Times Square, dove ha avvisato i fans di New York solamente un’ora prima su Twitter, Paul McCartney torna alla carica in una intervista ad una radio statunitense, dove l’artista punta il dito contro i Rolling Stones: “I cari Mick Jagger, Keith Richards, Ronnie Wood e Charlie Watts devono tutto il loro successo al fatto di aver imitato noi Beatles”. McCartney continua dicendo : “Però questa è la verità. Guardate alla storia: Abbiamo scritto il loro primo singolo, I Wanna Be Your Man. I Beatles vanno in America, un anno dopo lo fanno anche loro. Noi diventiamo psichedelici, loro diventano psichedelici. Ci vestiamo da maghi e loro si vestono da maghi”. Sul fatto che i Rolling Stones suonino ancora insieme e i Beatles no, Il 71enne dice  “Se noi fossimo là fuori a fare concerti come Beatles, sarebbe bellissimo considerarsi ancora una buona piccola band. Suonare insieme era fantastico. Ma abbiamo concluso il nostro periodo da band coscientemente e ora, visto che due membri sono morti, non potrà mai diventare realtà…“.