In Piazza del Duomo coi Kasabian: tutte le foto

IMG_7425-2Chi diavolo sono i Kasabian? era questa la frase che sentivamo rieccheggiare tra le vie di Milano tappezzate di manifesti di Casa Bacardi che invitava tutti a vivere l’esperienza di un live rock in Piazza Duomo in compagnia della band inglese. Alché storcendo il naso, cercavamo di diffondere il verbo e la cultura che possediamo sui Kasabian! In effetti quando un live è gratuito, spesso e volentieri, ci si ritrova a viverlo insieme a persone che non sanno nulla o quasi della band che stanno per ascoltare. Giusto per farvi un’idea, accanto a me, per ben due volte mi sono ritrovata persone convinte di poter utilizzare shazam per riconoscere il titolo della canzone che i Kasabian stavano suonando, la canzone era, per entrambi i personaggi, Switchblade Smiles (e per la cronaca shazam sulla musica live è impreparatissimo, non ce la fa! La mia conoscenza e il mio amore per la band, mi ha portato quindi a confessare i titoli agli ignari ascoltatori).

I Kasabian sono sulle scene rock da anni, il primo album risale al 2004, e l’ultimo, il quarto, Velociraptor è del 2011. Li caratterizza il fatto di poter e saper fare rock in perfetto stile anni sessanta, settanta, (se non li conoscete ascoltatevi  Shoot the Runner e ditemi se non vi ricordano i Led Zeppelin!). Nei loro lavori è facile ritrovare anche l’elettronica (i primi brani sono carichi di elementi “elettronici da rave party”, ma il bello dei Kasabian è che non solo quello!). L’ultimo loro album li ha fatti conoscere ai più sotto una chiave romantica, con Goodbye Kiss, e Velociraptor si afferma come un album di grande crescita per loro. Tom Meighan, il chitarrista e paroliere Sergio Pizzorno e il bassista Chris Edwards, sono i tre capisaldi di questo gruppo di amici che salgono sul palco e si divertono!

Tom ha affermato di non riuscire a rinunciare a qualche birra prima e durante ogni live, ed è sempre un piacere fotografare le sue smorfie…

IMG_7624-2

se ci fosse un premio per la rock star meno fotogenica al mondo lo vincerebbe lui!

Sergio invece, ha sempre una classe infinita, acclamato dalla folla si alterna alla voce a Tom, rendendo come sempre il live emozionante delicatamente e dannatamente rock! IMG_7686-2Le sue origini italiane, lo fanno fare di dovere gli onori di casa, ed è lui a parlare spesso e volentieri, ed è lui a presentarsi all’After Show a sorpresa, che ormai non ci speravamo più!Piazza del Duomo è piena di gente, tanto che all’inizio dopo il primo brano,  Days Are Forgotten, si ferma tutto, la band scende dal palco e chiede minuti di pausa.Perchè? perchè la transenna della prima fila è stata sfondata, 15 minuti di attesa per tutti noi, abbandonati e speranzosi che la band riprenda il live al più presto!

Così è stato!Si riparte, immaginavamo dei tagli alla scaletta e invece i Kasabian suonano tutto, chiudono con Fire come da tradizione, e fanno ballare noi e la Madonnina, che per la prima volta è andata ad un concerto rock 🙂

Eccovi tutte le foto:

[shashin type=”albumphotos” id=”45″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]