James Ford: dagli Arctic Monkeys aspettatevi davvero di tutto

Il produttore degli Arctic Monkeys, James Ford, intervistato da NME a proposito di AM, il nuovo album della band inglese ha dichiarato:

“Nell’ultimo disco uscito abbiamo tentato un approccio live, tutti in una stanza, quasi senza l’aiuto di computer. Era quasi analogico. Ma stavolta eravamo aperti a tutto. La band voleva davvero sperimentare e fare cose diverse. Quindi per smuovere le acque e trovare un sound differente eravamo molto aperti all’idea di usare tastiere e drum machine o qualsiasi cosa potesse andare bene per far funzionare le canzoni”.

Ha inoltre aggiunto:

2013JamesFord_SMD_Press010813“Non c’era un obiettivo, a parte fare un disco interessante. Avevo già sentito i pezzi in versione demo. Con ‘R U Mine?’ hanno provato l’approccio lento, basato sul riff, pesante. Ma poi è arrivata roba con un feeling strano, hip-hop, leggermente r&b soprattutto nelle melodie e nelle strutture. Volevano davvero evolversi e fare cose diverse. Il mio lavoro è quello di aiutarli a far uscire le idee e fissarle nella maniera che loro desiderano. C’è anche un po’ di sound alla Black Sabbath nel disco, ma ovviamente è tutto filtrato attraverso il songwriting di Alex e il modo di suonare del gruppo”.

Noi de LaMusicaRock.com vi avevamo già parlato di AM poco più di un mese fa. Vi ricordiamo il nuovo disco di Alex Turner e soci uscirà il prossimo 9 settembre.