Flux of Pink Indians: la ristampa del debutto

FLUX OF PINK INDIANS Flux of Pink Indians a più di vent’anni di ditanza ri-pupplicano LP d’esordio Strive To Survive Causing Least Suffering Possible.
I Flux of Pink Indians sono una band anarco-punk, che chiunque si sia mai interessato alla musica di protesta, di qualsiasi genere li ha inseriti come gruppo essenziale in questa categoria. Flux of Pink Indians fin dagli esordi stupiscono, appaiono cruenti e potenti sia per gli argomenti trattati nei loro brani, sia per il loro sound, un hardcore miscelato a suoni più melodici, che si spingono fino alle sonorità new wave. Rabbia e voglia di consapevolezza sociale l’elemento trainante del loro successo. Strive To Survive Causing Least Suffering Possible viene ristampato dalla One Little Indian ( Birkett bassista del gruppo ne è fondatore). L’album inizia con Song for Them, brano ancora adesso attuale che si scaglia contro la povertà e miseria non solo materiale. Per pochi secondi si è attraversati da un insana leggerezza, pochi secondi di pace, fino a quando si innalza un muro di chitarre distorte e percussioni martellanti, che continuano nell’interezza dell’album. Queste hanno uno scopo per preciso, percuotere gli animi con “rabbia consapevole”. Rendere consapevoli dell’ingiustizie che ci circondano. Indirizzare la rabbia a renderti conscio delle iniquità della società. Questo è lo scopo Strive To Survive Causing Least Suffering Possible. La canzone che ancora adesso riesce meglio rappresentare il gruppo è Tube Disasters, con i suoi testi cupi con una sottile linea umoristica, e i cori ingannevolmente orecchiabili. Un album senza compromessi, che mantiene viva l’energia data senza mai un cedimento.
Ascolta Survive Causing Least Suffering Possible