Black Sabbath, Tony Iommi: “Potrebbe essere l’ultimo tour”

I Black Sabbath potrebbero smettere di suonare dal vivo.

tony iommi“Quello in programma il 4 luglio ad Hyde Park potrebbe essere il nostro ultimo concerto“. Con queste parole Tony Iommi, chitarrista dei Black Sabbath, ha ufficialmente reso noto ciò che in molti ipotizzavano già da tempo. Nel corso di un’intervista rilasciata “Metal Hammer” Iommi ha aggiunto: “Rimanere on the road mi fa star bene, e vorrei che questo tour proseguisse ancora a lungo, ma non ci sono segnali di un possibile proseguio della nostra attività live. Non vorrei che fosse così, ma questa è la situazione”.

Certo è presto per scrivere la parola fine, e gli addii nel rock sono sempre una cosa lunga, ma sono molte le cause che potrebbero portare i Black Sabbath a prendere questa decisione. Prima fa tutte le condizioni di salute dello stesso Iommi che nel 2012 aveva combattuto e vinto la battaglia contro un linfoma: “Sono arrivato al punto di non dovermi più sottoporre a trattamenti, ciò significa che ora tutto stà nel vedere se il cancro tornerà o se la faccenda possa considerarsi chiusa. Non lo so, ma sono un po’ preoccupato. Dopo la fine di questo tour farò un controllo approfondito e vedremo”.

Se di addio dovrà trattarsi, sarà comunque un addio con il botto. Il cartellone di Hyde Park prevede infatti anche le esibizione di Faith No More, Motorhead e Soundgarden.

Ricordiamo infine che i Black Sabbath saranno in Italia il prossimo 18 giugno, quando andranno in scena all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna, per quello che potrebbe essere il loro ultimo concerto italiano.