Arcade Fire a New York: parata di ospiti speciali sul palco

arcade fireDurante gli scorsi tre live a New York, sul palco degli Arcade Fire si sono susseguiti diversi ospiti speciali, come David Byrne, Marky Ramone e David Johansen. La band canadese, capitanata da Win Butler, è infatti solita eseguire nel corso della propria scaletta diverse cover di canzoni provenienti da artisti della città che ospita il concerto. Durante la prima serata al Barclays Center di Brooklyn, sul palco si è presentato David Johansen, ex frontman dei New York Dolls, band newyorkese degli anni ’70, padri del glam rock e del proto-punk assieme ai The Stooges ed ai T-Rex. Johansen si è però presentato con il suo alter ego, ovvero quello di Buster Poindexter, ed insieme agli Arcade Fire ha eseguito “Hot Hot Hot”.

Nella seconda serata è stato il turno di Marky Ramone, secondo storico batterista dei leggendari Ramones, che ha eseguito “I don’t wanna go down to the basement” e “I wanna be sedated”.

Durante la terza ed ultima serata nella Grande Mela, gli Arcade Fire hanno ospitato sul palco David Byrne, chitarrista e cantante dei Talking Heads. Byrne non si è esibito però su brani del proprio repertorio, ed ha eseguto con gli Arcade Fire la cover di “Dream baby dream” dei Suicide, altra band di culto newyorkese.

Eccovi di seguito i video delle tre esibizioni. Buona visione!