Thegiornalisti – “Completamente Sold Out” tra la strada e le stelle: la recensione

Il 21 Ottobre scorso è stata una giornata importante per il pop italiano, quello d’autore, quello che ci mancava da un po’, precisamente da quando i talent hanno preso il sopravvento riempiendo le radio di brani perfettamente interpretati, ma che ci facevano sentire la mancanza di qualcosa. Quel qualcosa è arrivato dall’indie, nello stesso giorno, contemporaneamente, grazie all’uscita di alcuni bellissimi album, uno dei quali è certamente “Completamente Sold Out” dei Thegiornalisti, pubblicato per Carosello Records.

Tommaso Paradiso, leader della band, ci presenta così questi nuovi brani della sua formazione che, album dopo album, viaggia con una crescita costante sia a livello di composizione che di produzione:

«C’è un momento nella notte, c’è un preciso momento nella notte che dura solo pochi minuti, in cui provo il benessere più totale, quello definitivo – afferma Tommaso Paradiso –  Ecco, ti voglio raccontare proprio quegli attimi, quel sentimento, la felicità. Il corpo, il cuore, i sensi, la mente sono contemporaneamente attraversati da calore, respiro, ricordi, proiezioni, volti e nomi, odori, parole, suoni, brividi, le persone che ami e che hai amato tutte lì davanti, e tu, tu al centro di un sistema d’amore universale. È una specie di nirvana laico, umano, profano fatto di vita, sogni, sigarette e qualche bicchiere. E la musica, sì, la musica. E lei, sì, lei. C’è sempre una lei.  E la disperazione, a volte, è così bella».

TOMMASO PARADISO_foto di Riccardo Ambrosio_b

Tommaso Paradiso, mai come in questo lavoro, ci riporta agli anni ’80  – ’90 della musica italiana, gli anni per cui ha sempre manifestato una passione sfrenata verso quel filone che va da Antonello Venditti a Luca Carboni, passando per Vasco Rossi e gli Stadio. Questo lo si capisce già dai primi tre pezzi, uno più bello dell’altro, la cui ispirazione è evidente e dà subito l’impronta al disco.

Le tastiere, le armonie e gli arrangiamenti vanno in questa direzione, mentre i testi ci consegnano un amore un po’ sofferto, quasi in bilico, ma non per questo meno bello. I Thegiornalisti ci raccontano di notti memorabili, nel pezzo più forte ed ispirato del disco “Tra la strada e le stelle”, commovente ricordo di quei momenti che non dimentichi più e che sono la spinta per continuare a sperare che la vita possa emozionarci ancora. Il pezzo più radiofonico è di certo “Completamente”, una di quelle canzoni che ha rapito il pubblico, soprattutto femminile, per il suo racconto di un addio, di un amore disperato, che è meglio lasciarsi alle spalle, con dolore. Ammetto di non averlo apprezzato al primo ascolto, ma di averlo scoperto pian piano fino ad innamorarmene. “Sold Out” è invece una sorta di lascito, un brano particolarmente sentito da Paradiso, che evidentemente vuole cristallizzare in quei minuti un momento importante.

L’album presenta invece una piccola debolezza nella parte centrale, mi riferisco a “Gli Alberi”, bel pezzo che però avrebbe richiesto un arrangiamento diverso, con un impatto sonoro più forte, magari accompagnando i suoni della tastiera con qualche volume di chitarra più potente, visto il chiaro riferimento a Vasco nell’ispirazione. È solo un gusto personale comunque, perché l’album torna a rapirci da “Non Odiarmi” in poi per un gran finale con “Il tuo maglione mio” , la bellissima “Disperato” e “Vieni a cambiarmi la vita”.

“Completamente Sold Out” è un disco bello, pieno di canzoni, canzoni d’amore, leggere ma ben curate; un disco vintage nei suoni, testi e argomenti; quel disco che nelle radio ci voleva; quello che porterà definitivamente la band alla consacrazione del grande pubblico e che ci fa già sperare in un tour mirabolante; quel disco che ci farà dire bentornato pop, bentornata musica d’autore in radio, dopo la nebbia degli ultimi anni, fatta salva qualche eccezione.

Ecco le date del tour:

Queste le date confermate del “COMPLETAMENTE TOUR” (organizzato da BPM Concerti): il 5 novembre all’Estragon Club di BOLOGNA; l’11 novembre al New Age Club di RONCADE (TV); il 17 novembre all’Alcatraz di MILANO; il 19 novembre all’Auditorium Flog di FIRENZE; il 25 novembre al Duel Beat di POZZUOLI (NA); il 26 novembre all’Atlantico di ROMA; il 2 dicembre all’Hiroshima Mon Amour di TORINO; il 3 dicembre all’Urban di PERUGIA.

Egle Taccia