Passenger – Young as the Morning Old as the Sea

Passenger, al secolo Mike Rosenberg, torna con un nuovo album in studio, il settimo, intitolato  Young as the Morning Old as the Sea.

di Marilisa Besana

Passenger

Le dieci tracce del disco, anticipato dal singolo “Somebody’s Love”, riflettono sulle relazioni e sul passare del tempo, proponendo le sonorità che sono da anni il tratto distintivo di Passenger, ovvero ballad allegre ed incalzanti, che non possono non rimanere in testa all’ascoltatore. Tra le canzoni maggiormente degne di nota di questo album, non possiamo non citare “When We Were Young”, lo stesso singolo “Somebody’s Love”, e la title track “Young as the Morning, Old as the Sea”, che sono quelle che ci hanno maggiormente colpito, sia per le melodie, che per gli stessi testi delle canzoni, che potremmo definire delle autentiche poesie. A completare il quadro, la voce unica, sottile e malinconica dello stesso artista, che rende il disco in questione un altro masterpiece dell’artista britannico.

PassengerIl nuovo disco è stato co-prodotto dal collaboratore di lunga data Chris Vallejo (INXS, Empire Of The Sun), ed è stato registrato ai Roundhead Studios di Auckland ed ai Linear Studios di Sydney. Il disco è stato scritto dallo stesso Mike Rosenberg, insieme a Ben Edgar (chitarra), Rob Clader (basso), Peter Marin (batteria) e Jon solo (tastiere).

Avremo modo di vedere Mike Rosenberg il prossimo 28 settembre al Fabrique di Milano, dove per la prima volta dopo cinque anni, si esibirà accompagnato nuovamente da una band.

Tracklist:

1. “Everything”
2. “If You Go”
3. “When We Were Young”
4. “Anywhere”
5. “Somebody’s Love”
6. “Young As The Morning Old As The Sea”
7. “Beautiful Birds (featuring BIRDY)”
8. “The Long Road”
9. “Fool’s Gold”
10.“Home”