NH3: Hate and Hope – la recensione

NH3_Cover -Hate And Hope-Primavera 2016, 22 aprile 2016 per Germania, Austria e Svizzera e 14 Maggio per l’Italia, eccolo qua, nuovo e potente più che mai, è il nuovo CD degli NH3: Hate and Hope.

di Andrea Bruno Diodato

Per chi non li conoscesse, gli NH3 sono un gruppo nato nel 2002 nel quartiere Villa san Martino di Pesaro, il loro, prima di essere un gruppo musicale è un gruppo di amici cresciuti assieme tra i gradoni di palazzetti e stadi, lì dove hanno maturato i loro ideali che mettono dentro ogni canzone ed in ogni concerto, quelli antifascisti/antirazzisti e di uguaglianza che li distinguono per un certo verso da tutte le altre band.

Questo nuovo album, il quarto, potente e dinamico si compone di tredici brani, molto gradevole da ascoltare con una ricercatezza sonora molto profonda dove si nota con grande facilità una identità, la presenza costante della sezione fiati è una componente che rafforza le tracce rendendole gradevoli anche a chi non si è mai avvicinato all’ambiente punk,/hardcore, le voci molto diverse tra di loro si amalgano alla perfezione, sia tra le due voci principali, sia nei cori presenti in ogni traccia che aiutano a irrobustire i concetti espressi nei testi. Questo è un disco che fin dal titolo racchiude le sensazioni opposte con cui la band si ritrova a far fronte dopo 15 anni di attivismo. L’odio, visto come la scintilla che serve a far esplodere la voglia di agire, l’entusiasmo e la voglia di rivalsa, di una riscoperta dell’umanità. La speranza che le cose possano andare meglio, il rifugio in valori e ideali quali amicizia, identità, umanità stessa, antirazzismo e antifascismo, solidarietà.

La band si compone dei seguenti componenti

Mark: Voice

Simo: Guitar And Voice

Diego: Guitar And Back Vocals

Ueda: Bass And Back Vocals

Belbu: Drums And Back Vocals

Fabio: Sax And Back Vocals

Fabri: Trumpet And Back Vocals

Per il loro progetto scelgono una musica diversa, particolare, un mix punk/hardcore a cui si inseriscono anche delle ritmiche SKA.

Per il quarto album gli NH3 mettono dentro tutta l’esperienza dei quasi quindici anni di attività, aggiungendone una grossa fetta dopo un grandissimo tour europeo che li ha visti protagonisti la scorsa estate.

Il nuovo lavoro si compone delle seguenti canzoni:

1.Qualcosa Di Meglio

2.No Borders (primo singolo estratto)

3.Berlin Calling

4.La Nuova Tratta Degli Schiavi

5.L’Odio

6.Old School Attitude (nuovo singolo)

7.S.S.C.S.

8.Un Passo Indietro Mai

9.Nella Bocca Del Lupo

10.Bella Ciao

11.Il Vaso Di Pandora

12.Una Scelta Diversa

13.L’Ironia Della Sorte

Registrato, mixato e masterizzato @Indie Box Music Hall, Brescia (Italy)

Per questo album, che segue a “30 AGOSTO 2002” (2009, One Step Records), “EROI SENZA VOLTO” (2011, One Step Records) e “RISE UP” (2013, One Step Records) , gli NH3 si sono serviti della collaborazione di Daniele “Troy” Cherubini (Radio Babylon/Redska), T-Bone in all songs, De Veggent (Redska): Keyboards in “Old School Attitude” , Eusebio Martinelli (Eusebio Martinelli Gipsy Orkestar): Trumpet in “Nella Bocca Del Lupo” , Emanuele “Jesus” Randon (Talco): Banjo in “L’Ironia Della Sorte” rendendo questo album un piacere per l’udito.

Su questa magnifica band vi segnaliamo il nuovo “Hate and Hope tour” , nuovo tour europeo che partirà il 22/4 da Segrate toccando varie città estere come Dusseldorf, Amburgo, Berna arrivando nella grandissima Monaco di Baviera.