Nausica: The Molecules Fall Closer - la recensione - LaMusicarock.com

Nausica: The Molecules Fall Closer – la recensione

nausica Nausica presentano The Molecules Fall Closer  il loro secondo EP pubblicato su Woda Kolonska Records

Quattro musicisti, tre paesi , una varietà di generi : Nausica arrivano dai  Paesi Bassi, dalla Germania e dalla Polonia, e portano con loro le  varie influenze delle loro origini, tre diverse condizioni geografiche che creano un gigantesco meeting pot musicale. The Molecules Fall Closer ( Woda Kolonska Records) il loro secondo EP , anticipazione  dell’album di debutto, che uscirà nel 2015. Composto da 5 brani quest’ultimo lavoro dei Nausica fin dall’inizio, “Jane Doe ” il brano d’apertura, porta l’ascoltatore in un’antro umido, decadente, sensuale, in cui niente ha una linea ben definita e netta. Tamburi vorticosi, chitarre distorte, mischiati ad effetti sintetici fan si che la mente perda di consistenza, ti incamera in un tunnel in cui tutto appare offuscato e distante. In quell’angolo di inconscio in cui la buona musica rimane incastrata. E non va più via. “Marie” è il singolo con cui è stato lanciato questo lavoro, brano fatto di decelerazioni. Minimalismo strumentale e vocale, fin quando non parte lo sfogo finale, questo vi accompagnerà in un altro mondo. Continuando, i brani scivolano placidi, mai fuori tono. Il tutto crea un profondo senso di pienezza, di linearità asciutta ed appagante. The Molecules Fall Closer è solo un anticipazione, ma questa potrebbe essere la chiave di volta per un LP  di una bellezza disarmante. Credo sia sufficiente per descrivere questo lavoro, troppe parole rischierebbero  di spezzare l’incanto creato dopo l’ascolto.

Fanpage Nausica