“Lo stile ostile” dei Marta sui Tubi – la recensione

marta sui tubi2“Lo Stileostile” nuovo lavoro discografico dei Marta sui Tubi ci regala 13 pezzi, assolutamente attesi, a tre anni di distanza da “Cinque, La Luna e le Spine” ultimo lavoro escludendo il Best uscito nel 2014.

Di E. Joshin Galani

Da anni il pubblico gli tributa un calore che è stato confermato dall’adesione alla campagna di crowdfunding per realizzare questo ultimo album.

“Amico pazzo” apre l’album ed è anche il brano scelto per il video, celebrazione dell’amicizia, ritmo incalzante. “+DH1 (più di un’ora)” torna il narrare dei rapporti, fil rouge di tutto l’album,al ritmo mixato della dj della serata.

Grande dolcezza nel sentimento dell’attesa per “Con un S +1/4” che si trasforma in i incomprensione distanza e rabbia in “Da Dannato”. Diavolo di un Gulino! La capacità di sorprendere di spaziare con musica voce e trovate bizzarre, una sui tutte duettare con Gigliola Cinquetti in “Spina Lenta”. “Rock + Roipnoll” un sogno raccontato con stile metropolitano. La misura dell’amore in ’ ”Amore Bonsai” e “Un pizzico di te”.

In tutti i testi i sentimenti ed i rapporti vengono proposti in episodi che, come un prisma, ne mettono in evidenza le differenti angolazioni. La voce di Gulino è sempre poderosa, e se nei testi abbiamo una linea comune, nelle musiche troviamo la consueta efficacia ma non un amalgama.

Attendiamo di sentire le versione dal vivo dei pezzi, che credo posso rendere evidenti le fatiche di quest’ultimo lavoro, perché la forza dei Marta, da sempre, è data dai live.