Campetty: La Raccolta Dei Singoli – La recensione

campettyLa Raccolta Dei Singoli (Orso Polare Dischi) nuovo lavoro di Fabio e Michele Campetti. Dopo 3 dischi in inglese a nome edwood (“Like a movement” del 2004, “Punk music during the sleep” del 2007, “Godspeed” del 2010) e dopo due dischi in italiano a nome Intercity (“Grand piano” del 2009 e “Yuhu” del 2012), i fratelli Fabio e Michele si presentano sotto un altro nome, si presentano sotto le vesti di Campetty. Accompagnati da Paolo Comini al basso e Gian Nicola Maccarinelli alla batteria. Quindi, un altro debutto per Fabio e Michele, questa volta ci mettono la faccia, il nome, il proprio nome. La Raccolta Dei Singoli, si muove su sonorità indie rock, diretto con un’anima aspra. Dodici brani musicalmente eclettici, una faccia ogni brano, un brano per ogni gusto. Si parte con un Intro melodiosa e dolce, che lascia spazio al ritmo di chitarre asciutte di “Cowboy Blues”. Alla velocità e ipnosi di  “Nuoto Dorsale”. Alla sognante e fresca “Lungofiume”. Continua con la bellissima “Mariposa Gru”, dal sound avvolgente ed una voce calda. Voce di Sara Mazo già protagonista degli Scisma, che ti accompagna in “questo lungo viaggio” come anche in “Il Parco Dei Principi” . Sulla strada di questo lavoro troviamo un trombone  che preannuncia “Brasilia”, brano incentrato sul ritmo, la batteria è la protagonista. Fino ad arrivare alla conclusione. “L’Outro”, cupa e suggestionante. Un album per ogni tipo di orecchio, fatto di moltissimi alti. Un ottimo debutto, anche se siamo al terzo per i Campetty.

 
Tracklist:
00 – L’Intro
01 – Cowboy Blues
02 – Nuoto Dorsale
03 – The Muffa Forest
04 – Lungofiume
05 – Mariposa Gru
06 – Tenda Prodigy
07 – Brasilia
08 – Il Parco dei principi
09 – Vittoria
10 – A Nastro
11 – L’Outro
 
 I Campetty, gli Edwood , gli Intercity hanno deciso di metter in download tutti i loro lavori. Se li volete li trovate QUI.