White Lies ai Magazzini Generali: il nostro live report

White LiesAd ogni grande evento che si rispetti, LaMusicaRock.com è sempre presente. Lo scorso sabato ci siamo recati ai Magazzini Generali per assistere dal vivo al ritorno dei White Lies, nell’unica data italiana del Big Tv Tour. Con una puntualità quasi svizzera, come stabilito nel programma diramato da VivoConcerti, alle 19:30 salgono sul palco i californiani “In The Valley Below”. La band è composta da due buoni cantanti, ovvero Jeffrey Jacob ed Angela Gail, al quale si aggiungono le altrettanto buone le tastiere di Jeremy Grant e la batteria di Joshua Clair. Le loro sonorità sono molto particolari, un misto di dream pop e di rock psichedelico, al quale bisogna anche aggiungere la notevole presenza scenica, coadiuvata da un abbigliamento molto particolare e molto retrò, completamente uniformato per le 3 presenze maschili della band. Decisamente un gruppo di supporto che non ti aspetti, e che ti colpisce in maniera decisamente positiva. Suonano solo 6 brani, ed abbandonano la palco tra i meritati applausi. Ma ora tocca ai White Lies.

white liesI Magazzini Generali sono ormai completamente pieni ed alle 20:30 ecco salire sul palco Harry McVeigh e soci. Partono subito alla grandissima, con “To Lose My Life”, successone risalente al primo storico (ed omonimo) disco. Fin dall’inizio il cantante fa subito capire che l’interazione con il pubblico è uno dei suoi punti di forza, e in più di un’occasione si dà da fare per far cantare tutto il pubblico in sala, attirandosi in questa maniera numerose serie (aggiuntive) di applausi. I White Lies alternano sapientemente brani tratti da tutti e tre i dischi, con un maggior occhio di riguardo puntato verso il primo (favoloso) ed il terzo (molto buono), estrapolando dal secondo disco, Ritual (quello forse meno riuscito) solo un paio di pezzi, quelli più significativi. Il pubblico si scatena con brani come “Farewell to the Fairground”“Be Your Man”, “Mother Tongue” e “First Time Caller”. C’è pure il tempo per una cover di Prince, “I Would Die 4 U”, riletta in maniera molto interessante dal trio di Ealing. Il brano in questione è inoltre presente su Small TV, l’EP esclusivo in vendita durante i concerti di questo Tour.

IMG_1953I White Lies chiudono questa prima parte di concerto con un altro cavallo di battaglia, Death, tratta sempre dal primo disco. Giusto il tempo per rifiatare ed Harry McVeigh si ripresenta sul palco con una mini telecamera, per immortalare il tutto esaurito dei Magazzini Generali. Si ferma un attimo per ringraziare il pubblico di Milano, e visibilmente emozionato promette di tornare il prima possibile come ringraziamento per il calore e l’affetto che i fan in deliro gli stanno tributando. Chiudono la set list di questo concerto con “Big Tv”, title track dell’ultimo album e “Bigger Than Us”. In conclusione è stato un bel concerto, e la cosa che mi ha stupito di più è stata l’estrema “umanità” del leader della band, che più di una volta si è emozionato e quasi commosso davanti ad un pubblico letteralmente in delirio. Non capita spesso di assistere a queste cose a questi livelli, e quando capita è una cosa che fa decisamente piacere, e ti fa capire di aver speso bene i soldi per il biglietto.

Vi lasciamo ad un paio di nostri video dell’evento, buona visione 😉