White Hills + The Gluts live al Bloom di Mezzago – live report e foto

Whitw Hills
Whitw Hills

Una serata all’insegna del post-punk rock psichedelico quella di sabato sera al Bloom. Il programma prevede l’esibizione dei White Hills, il duo newyorkese, che live diventa trio, che si è fatto notare negli ultimi anni con una serie impressionante di uscite, l’ultima fresca fresca di inizio aprile si chiama Walks for Motorists. La curiosità di vedere dal vivo questa band, che proprio nei live ha ottime recensioni, richiama una discreta folla di fan anche se non è presente il pubblico delle grandi occasioni.

Ad aprire la serata ci pensano i The Gluts. Il trio milanese formato da Nicolò Campana, Marco Campana e Claudia Cesana propone live i brani del loro album WARSAW fatto di post punk i cui ingredienti principali sono distortsioni e delay. Un live forte e davvero noise.

Dave W ed Ego Sensation prendono la scena subito dopo e si parte forte con No Will uno dei pezzi di maggior impatto di Walks for Motorists. Dave W alla chitarra ha un look anni 70/80 e ricorda molto Alice Cooper, mentre Ego Sensation al basso sprigiona femminilità. Un live in cui non ci sono standard, si passa dal noise al rock psichedelico degli Hawkwind con dosi di funk e dub. È il basso a farla da padrone ripetendo quasi ossessivamente le stesse note sulle quali spazia la chitarra con cascate hard fuzz space in cui si alternano riverberi wah wah e synth. Il pubblico gradisce convinto oscillando a tempo e godendo anche lo spettacolo visivo che lo catapulta verso spazi infiniti grazie a luci, fumi ed alle movenze del carismatico duo. Grandi White Hills!

Vi lasciamo alle foto della serata di Niska Tognon

White Hills

[shashin type=”albumphotos” id=”710″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”y” order=”date” position=”center”]

The Gluts

[shashin type=”albumphotos” id=”711″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”y” order=”date” position=”center”]