Un Altro Festival: Tame Impala Foto e Report

Dopo il sold-out della prima serata del Festival in cui si sono esibiti i Daughter e i The Lumineers, per la seconda ed ultima serata di questa prima edizione di UnAltroFestival, 9 e 10 luglio, noi de LaMusicaRock.com attendiamo con impazienza i DSC_0042Tame Impala. Arriviamo al Magnolia verso la fine dell’esibizione dei Local Natives, prima di questi hanno suonato gli Orange e gli Hot Gossip. Poco male, perchè dopo poco tempo, sul palco principale salgono i francesi Melody’s Echo Chamber, band rock psichedelica capitanata da Melody Protchet e prodotti dallo stesso leader dei Tame Impala, Kevin Parker. Il loro sound è decisamente affine a quello della band australiana ed è in grado di introdurci al meglio alle sonorità oniriche e “allucinate” che avremo sentito da lì a poco. I Tame Impala fanno una “capatina a sorpresa” sul palco durante una canzone della band francese, “duettando” così con gli altri membri.

Terminata l’esibizione dei Melody’s Echo Chamber, è il turno del duo californiano Deap Vally, che si esibiscono sul palco secondario. La DSC_0183band è composta dalla cantante e chitarrista Lindsey Troy e dalla batterista Julie Edwards. Il sound delle ragazze si discosta completamente dalla band precedente. Il loro è un alternative rock senza troppi fronzoli, aggressivo e carico al punto giusto. Nonostante fossero (almeno per me) delle perfette sconosciute, infiammano il pubblico presente, che per poter ascoltare nella totalità la loro esibizione, in parte si attarda per gli headliner della serata.

Poco dopo la fine dell’esibizione delle Deap Vally, arriva il momento “topico” della serata. Sul palco principale (ri)salgono i Tame Impala, che, partendo subito alla grande, propongono un discreto quantitativo dei maggiori successi dei loro primi due album. La loroDSC_0271 hit di punta, Elephant (che potete ascoltare nel video che segue, N.d.R.), viene inaspettatamente proposta dopo pochi brani, proprio all’inizio della scaletta. Il pubblico è letteralmente ipnotizzato dai giochi di luce e dai colori psichedelici che accompagnano praticamente tutti brani. Proprio verso la fine del live, ecco risalire, come un ipotetico “scambio di favori” i Melody’s Echo Chamber, che a loro volta “inscenano” un duetto con la band australiana. Tutto bello, tutto perfetto. E’ stata davvero una serata fantastica all’insegna della buona musica, e non vediamo l’ora di sapere quali saranno le band che formeranno la lineup della seconda edizione di questo Festival il prossimo anno.

 Vi lasciamo alle nostre foto della serata. Buona visione! 😉

[shashin type=”albumphotos” id=”152″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]