Subsonica @ Parco Le Naiadi di Pescara – live report

Subsonica (21 di 40)Ieri sera abbiamo rincotrato i Subsonica in concerto con il loro tour “Una nave in una foresta”! Eccovi il live report del live di Pescara al parco Le Naiadi.

di Viviana D’Alonzo

La band torinese è rappresentante indiscussa della nostra scena alternativa, e a distanza di più di un decennio i Subsonica conservano ancora la stessa energia musicale, lo stesso rumore elettronico e un po’ pop che fa sognare e riconsegna le antiche sensazioni di quando, anni fa, ci gasavamo un sacco ascoltandoli. Allora come ora. E ci stiamo gasando tuttora. L’esibizione si apre con alcuni brani dell’amatissimo “Microchip emozionale”, zigzagando verso altri più recenti. Passeggia in seguito su “Nuvole rapide” e prende la sua forma essenziale con il pezzo successivo: “Nuova ossessione”. Un salto indietro di ben tredici anni. Segue “L’ultima risposta” dolce e sottile. Creativi, mai leggeri, ma neanche troppo duri. Dopo aver rispolverato alcuni vecchi pezzi si concentrano sul loro ultimo lavoro, “Una nave in una foresta”. Nonostante la fedeltà al timbro originario e un po’ trasversale, si percepisce la loro evoluzione sonora e dei testi. Qualcuno li trova ridondanti, quasi a voler copiare se stessi. Qualcun altro eccessivamente lontani da quello che erano. Eppure si evince una grande carica, una novità e la loro voglia di dirci ancora. Cantano così “Una nave in una foresta”, “I cerchi degli alberi”. Dedicano ”Di domenica” a quelli che non fanno un cazzo. Proseguono con “Strade” e la bella “Specchio”. Le linee del suono sembrano più dritte e melodiose rispetto a qualche anno fa. Poi riattaccano con l’attesissima e forte “Liberi tutti”. Saltiamo, cantiamo, non siamo poi così grandi. Ripassiamo insieme la paranoia con “Io sto bene”. Ci lasciano con dei grandi classici, tra cui “Preso blu”, “L’odore” e la storica “Tutti i miei sbagli”. Lo spettacolo si arricchisce con il gioco costante delle luci a led. Il pubblico è contento. Si torna a casa sorridendo e con la voglia di seguirli nel loro tour! Non ci resta che dirgli.. a presto!