Siren Fest 2015: tutte le foto del festival di Vasto

Piazza Del Popolo Vasto Siren Fest 2015Il SIREN FESTIVAL è andato il scena dal 23 al 26 luglio a Vasto, Lamusicarock.com è stata partner di questa edizione,  e attraverso le parole di Egle Taccia vi abbiamo raccontato giorno per giorno i live che si sono susseguiti e con gli occhi di Giulio Contigiani vi proponiamo un riassunto finale fatto di gallery fotografiche che immortalano gli eventi del Siren 2015!

report di Egle Taccia

foto di Giulio Contigiani

Eccoci qui a tirare le somme del Siren Fest di Vasto… La mia vacanza musicale è proprio giunta al termine, non mi resta che raccontarvi le mie impressioni finali sul festival.

La gente è stata grandiosa. Ha accettato di buon grado di tuffarsi nell’immensa varietà di generi che si sono susseguiti durante il festival. Elettronica, rock, cantautorato…gli organizzatori del Siren sono riusciti ad accontentare più o meno tutti. Mischiare l’elettronica al rock in un festival non è più una scelta coraggiosa, il pubblico si sta abituando a questo mix di generi, che servono anche a educare al confronto di sonorità.

La città di Vasto è stata perfetta. Ordinata, accogliente, nessun problema di traffico. Mai vista una cosa simile!

Poi c’è stato il rispetto! Questo è stato l’elemento fondante. Rispetto da parte del pubblico per i diversi generi, per gli artisti che si godevano in tranquillità il festival in mezzo a noi, rispetto da parte dell’organizzazione per la stampa, per il pubblico, per i fotografi.

Tantissimi gli artisti che si sono esibiti sui numerosi palchi sparsi per la fantastica Vasto. Indimenticabile il live dei Verdena, con i loro fuzz, le voci distorte, i cori finti; i più forti a mio avviso, in fondo la mia propensione per il rock non è mai stata un segreto. Stupenda l’esibizione di James Blake, con la sua voce, quelle melodie romantiche, intime, ma ritmate; Jon Hopkins, ha tenuto un live dopo una giornata di ritardi, ad un orario in cui avrebbe potuto incontrare un pubblico spazientito, mentre è stato ricoperto di applausi e la gente ha tirato fuori un’energia fortissima, che ha trascinato anche lui. Come non ricordare gli Is Tropical, con la loro sensualissima cantante o Colapesce con i suoi brani incantatori. E gli Stearica? Che botta di adrenalina! Non li conoscevo e ne sono rimasta estasiata.

Vasto è stato un mix tra cultura, luoghi storici e divertimento, con tanto di vista mozzafiato sul mare. Sarà stata la location, sarà stata l’organizzazione perfetta ed impeccabile, ma sto andando via da qui completamente innamorata di questo luogo. Che meraviglia!

Dovessi trovare una pecca al festival, potrei dire che è durato troppo poco!

È mattina, è il momento di salutare Vasto, salutare Ersilia di Corte Rossetti, che mi ha coccolata per tutta la mia permanenza. Per poco non mi scappava la lacrimuccia.corte rossetti vasto siren fest

Ciao Vasto, ci si rivede l’anno prossimo, non vedo l’ora di poterti raccontare ancora!

Egle Taccia Giulio Contigiani Lamusicarock Vasto Siren FestGrazie a Lamusicarock, Corte Rossetti, Angela Cacamo, Giulio Contigiani, Ersilia, la Città di Vasto, Dna Concerti, il baretto sotto l’hotel, la Siren Beach, Colapesce e Baronciani, la spiaggia, il sole, il mare, i gelati e i trabocchi.

Eccovi tutte le foto

ph Giulio Contigiani

Colapesce & Baronciani

Invalid Displayed Gallery

Gazelle Twin

Invalid Displayed Gallery

Sun Kil Moon

Invalid Displayed Gallery

Verdena

Invalid Displayed Gallery

Stearica

Invalid Displayed Gallery

Jon Hopkins

Invalid Displayed Gallery

Pins

Invalid Displayed Gallery

Scott Matthew

Invalid Displayed Gallery

The Pastels

Invalid Displayed Gallery

James Blake

Invalid Displayed Gallery

Is Tropical

Invalid Displayed Gallery

Colapesce

Invalid Displayed Gallery