Pending Lips Festival 2014: seconda semifinale

Pending Lips @ CarroponteRUMOR | Reimuda | Giorgieness | Soviet Malpensa | Neshamà queste le band della seconda semifinale di Festival. 

Rumor

Dal Lago Maggiore arrivano in Rumor, un trio che canta in italiano e che ha al cuore (ovvero alla batteria) una ragazza. Proprio la batteria ci cattura in più tratti durante la loro esibizione, questo perché appare in più riprese ripetitiva… ossessiva. Il ritmo di base è sempre lo stesso, ciò nonostante questo che potrebbe apparire come un limite, può anche essere interpretato come un elemento che fa da fondamento per la base stilistica della band. Il loro stile è un chiaro e pulito rock, reso interessante dall’elemento voce che si distingue e prevarica su quella di molte altre band emergenti che abbiamo incontrato in questa edizione di Pending Lips.

Rumor
https://www.facebook.com/rumormusic

Reimuda

Quartetto di bella presenza ma con una originalità che ancora bisogna costruire e dimostrare. Ci aspettavamo grandi uscite e magari parti strumentali marcate, ma gli elementi sul palco non vanno oltre alla presenza della tastiera infatti ci pare poco evidente nella performance complessiva. I Reimuda sono: Valentino alla Voce/Chitarra, Mike V in Batteria, Felix al Basso e Laura per le Tastiere/Synth.

Reimuda
https://www.facebook.com/Reimuda

Giorgieness

Il trio che ci aveva colpito al primo ascolto conferma la sua originalità e bravura anche in questa semifinale di contest. I testi per nulla banali, cantati in italiano in modo energico e sentito dalla frontgirl di questa band sono senza alcun dubbio da premiare. Tutto gira e ruota intorno alla voce, che non prevarica ma disegna la cornice di un quadro di ascolto assolutamente piacevole.

Giorgieness
https://www.facebook.com/giorginess

Soviet Malpensa

Tanti colori e svariati suoni prendono e rapiscono l’ascolto, il suono si perde, e finiamo per perdere anche noi il senso di ciò che accade, un viaggio voluto? Questa band ha sicuramente un progetto alla base, tutto pare curato nei minimi dettagli.

Soviet Malpensa
https://www.facebook.com/pages/Soviet-Malpensa/42576355114

Neshamà

Un po’ inglese, un po’ italiano. Un po’ sacri e un po’ profani. “Ricerchiamo l’anima attraverso gli spartiti musicali”. Questa band che richiama molto lo stile shamano oltre all’apparenza di riti e sfumature realizzano una buona performance molto prog anni ’80. Il tutto resta però ancora un po’ scarno, i Neshama necessitano di approfondire maggiormente le loro originalità.

Neshamà
https://www.facebook.com/neshamawebsite

Accedono alla finale i Rumor (che vincono anche il premio giuria tecnica). Purtroppo non passano il turno Giorgieness, Neshama, Reimuda e Soviet Malpensa.

Tutte le foto della serata sono di Alberto Pezzali:

[shashin type=”albumphotos” id=”341″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]