Ninfeanera – Parco Tittoni: live report

ninfeanera _tittoni_009Parco Tittoni con i miglior prodotti musicali del territorio, in acustico: Ninfeanera 

di Eleonora Montesanti

I Ninfeanera provano a sfidare l’ennesimo martedì sera piovoso. E, sarà perché iniziano il concerto con un brano che si intitola Contro le nuvole, ma ci riescono. A Parco Tittoni fa freddo e sembra che il cielo stia per crollare, ma l’energica band brianzola e i suoi stoicissimi ascoltatori ci credono fino in fondo e i nuvoloni li soffiano via, fino a che gli manca l’aria. Il palchetto acustico è un ambiente molto accogliente, che si adatta perfettamente alla scaletta della serata, composta da alcuni pezzi dell’omonimo disco uscito nel 2013 e alcune cover, come Blue flashing lights (una canzone dei Travis) e Creep (famosissimo brano dei Radiohead che i Ninfeanera riescono a far brillare di personalità propria). Inoltre all’interno del concerto si passa da momenti di forte tensione emotiva in canzoni come Ho visto un uomo, Romanticidio e Aenima, a veri e propri tuffi nella delicatezza a tratti dolorosa, a tratti trasognata di Un decimo di te e Sabbia (la quale vede la partecipazione di Alessia Barbaro alla seconda voce). Lo stile dei Ninfeanera dunque si colloca in perfetto equilibrio tra il cantautorato (i testi e i contenuti sono elaborati e suggestivi) e il rock puro e duro, quello fatto con chitarre arrabbiate e potenti. Risultano dunque molto interessanti sia in acustico, dove il violino e la profondità vocale di Massimo Zuin spiccano di più, sia in elettrico, dove ci si scatena, ci si diverte, e si gode. Indubbiamente musicisti così genuini e appassionati come loro si meritano di spiccare il volo. L’ultima data, prima di fermarsi per comporre il nuovo album, sarà il 17 luglio al Circolo di Mariano Comense (CO). Non vediamo l’ora di sapere cosa ci regaleranno in futuro. Le foto sono di Marta Rossetti. [shashin type=”albumphotos” id=”424″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”y” order=”date” position=”center”]