Nadine Shah live al 75 Beat – tutte le foto

Nadine Shah @ 75BeatNadine Shah e il suo album di debutto dal titolo ’Love Your Dum And Mad’ ieri sera, Domenica 16 Marzo live a Milano al 75 BEAT.

Il disco – prodotto da Ben Hiller per 140dB – è stato scritto a quattro mani da Nadine con lo stesso Ben, che ha coperto anche un importante ruolo di arrangiatore.  Un disco dai toni solenni ed oscuri, che aldilà delle influenze principe, compie una parabola evolutiva nel concetto di arte, Nadine infatti guarda con altrettanta stima all’opera del poeta/scrittore Philip Larkin e della pittrice Frida Kahlo, fornendo una dimensione altra al suo concetto di performance. Le altre figure più papabili, o quanto meno prossime al suo sentire, sono quelle del compianto Arthur Russell (l’uomo che mise d’accordo le avanguardie newyorkesi col sottobosco dance) e della ritrovata Marianne Faithful di ‘Broken English’. Il disco, registrato presso il celebre The Pool di Londra (tra i più recenti client si annoverano Mumford & Sons, Florence & The Machine e The Invisible) può contare sul gusto di Hillier , che in passato ha prestato i suoi servigi a giganti del calibro di Horrors, Blur e Depeche Mode. Uno dei suoi più accaniti sostenitori di Nadine è Jarvis Cocker dei Pulp, che ci tiene a sottolineare come l’immagine innocente della vocalist sia in realtà ingannevole, considerando che in ogni sua performance si assiste ad una trasformazione permanente, trascendentale per certi versi. Di certo sapremo come affogare tutti i nostri amletici dubbi in questa imminente estate, ‘Love Your Dum And Mad’ è uno di quei lavori adatti a costituire la colonna sonora di intere stagioni.

Tutte le foto della serata a cura di Alberto Pezzali:

[shashin type=”albumphotos” id=”289″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]