MITO Settembre: Milano e Torino per il festival internazionale di musica

Prende in questi giorni avvio la quinta edizione di MITO SettembreMusica, in scena dal 3 al 22 settembre nelle due “città-mondo”, così definite dagli organizzatori della rassegna, Milano e Torino. Non si parla dei soliti festival, ma di grandi e svariati eventi in piazze, musei, teatri, sale da concerto, tutti palcoscenici per generi differenti: dalla classica al pop, passando per il jazz, l’etnica, l’avanguardia. Noi de lamusicarock.com vi segnaliamo la parte di programma dedicato alla musica elettronica, al crossover e alle contaminazioni con altri generi rock e pop. Christian Fennesz, porterà al pubblico torinese la sua arte complessa e raffinata. Sempre in questo ambito a Torino il siriano Omar Souleyman con la sua “jihadi-techno”, gli Emeralds, il trio di Cleveland dall’attitudine improvvisativa e psichedelica di matrice elettronica e gli A Certain Ratio dall’esplosiva miscela rock-dance della scena di Madchester. A Milano arrivano Alva Noto e Blixa Bargeld, presenti con Mimikry, l’islandese Ólafur Arnalds, l’elettro-pop di The Naked and Famous e la voce di Diamanda Galas. I grandi nomi della musica pop, come di consueto, entrano nel programma di MITO. A Milano, Ornella Vanoni e Peppe Servillo sono presenti con un programma in cui si intrecciano le tradizioni musicali milanesi con quelle partenopee e la Banda Osiris non mancherà di divertire il pubblico del Teatro Franco Parenti. Nei due capoluoghi, tra le imponenti cornici del Palasport Olimpico Isozaki a Torino e del Teatro Smeraldo a Milano, si esibirà in un doppio concerto Massimo Ranieri. Al Palasport Olimpico di Torino tappa del tour 2011 di Franco Battiato Up Patriots to Arms. Resta la tradizione della classica, in relazione anche all’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. MITO ha per l’appunto commissionato brani ad alcuni tra i maggiori compositori viventi, italiani e stranieri, che verranno proposti al pubblico in prima esecuzione mondiale, sia a Milano che a Torino. Salvatore Sciarrino, Fabio Vacchi, Fabio Nieder, Ivan Fedele, Francesco Antonioni e Matteo Franceschini sono i sei compositori italiani che hanno accettato la nostra sfida. Li affiancheranno l’inglese Harrison Birtwistle, il francese Pascal Dusapin, l’americano Michael Daugherty, il giapponese Toshio Hosokawa, il cinese Guo Wenjing, l’olandese Louis Andriessen e l’estone Arvo Pärt. Non manca, nel programma per i 150 anni dell’Unità d’Italia, uno sguardo alla musica popolare italiana, ma anche alla musica africana. Sul palco Lokua Kanza dal Congo, Boubacar Traoré dal Mali e l’Orchestra National de Barbes.
Per ulteriori informazioni, il programma e le location vi consigliamo il sito di MITO.