Junkfood danno il via a Parklive al Milano Film Festival – foto

Junkfood, inaugurano Parklive la rassegna musicale del Milano Film Festival – giovedì 4 settembre 2014 – con un concerto coinvolgente, viscerale e visionario che miscela la componente ambient con l’elettronica ed il rock, dando vita ad una sintesi musicale inedita e fortemente evocativa.

Junkfood @ Milano Film Festival4 strumenti acustici, 4 device elettronici a modificare il proprio strumento in tempo reale. Il quartetto, formato da  Paolo Raineri alla tromba e flicorno, Michelangelo Vanni alla chitarra elettrica, Simone Calderoni al basso e Simone Cavina alla batteria, realizzano musica strumentale, una sintesi tra generi anche molto distanti tra loro come l’avant-jazz di stampo newyorkese, le suggestioni di certa scena scandinava, il rock psichedelico, l’elettronica più raffinata, il mathcore e l’ambient più oscura per delineare paesaggi di straordinaria unitarietà e coerenza dentro i quali l’ascoltatore viene risucchiato. Una musica crepuscolare, un po’ dark, ma che da spazio alla speranza, tocca ogni corda emozionale esistente. Un ottimo inizio per questo festival, che già al secondo anno di vita inizia a prendere forma e camminare sulle proprie gambe. Un appuntamento dentro l’appuntamento che chiude l’estate  della città meneghina. Questo era solo il primo appuntamento, Parklive continua per altri 10 giorni di musica live. Clicca qui per leggere il programma

[shashin type=”albumphotos” id=”501″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”y” order=”date” position=”center”]

Clicca qui per leggere la recensione del disco The cold Summer of the Dead dei Junkfood