JoyCut tra sonorità elettroniche e post-wave

joycutJoyCut le foto del concerto tenutosi al 75Beat, Milano 6 Dicembre 2013

JoyCut è un progetto che prende forma nel 2001 dall’unione di due concetti Joey, traccia di Time of No Reply di Nick Drake, e Cut dal lavoro di Roger Waters, The Final Cut. Una band molto particolare, sensibile alla sostenibilità ambientale. Di ispirazione new- wave unisce sonorità elettroniche e post-wave,  propone musica svincolata dalle logiche provinciali italiane, una preghiera elettronica  evoca una sorta di ritorno al futuro. Il por ultimo lavoro dal titolo “PiecesOfUsWereLeftOnTheGround”, pubblicato su  IRMA records è stato registrato fra Bologna, New York e Düsseldorf.  Lavoro in cui testi e volaclita sono minimi, e si da largo spazio alla sperimentazione, alla tessitura strumentale, fra moog, elettronica, acusmatica concreta e potente tribalità industriale. Un album di una bellezza violenta e malinconica che ricorda gli isatni passati e quelli futuri. I JoyCut hanno una dimensione internazionale, presto si farà largo tra i grandi nomi. Li abbiamo visti live lo scorso 6 Dicembre.

Ecco alcune foto della serata di Riccardo Lavalle:

[shashin type=”albumphotos” id=”229″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]