Elita Design Week Festival: il live di John Grant

grant1_00211 aprile, Teatro Franco Parenti a Milano, per Elita Festival nella settimana del Fuori Salone. Questa è una delle serate più attese, insieme al live di insieme a Wookid. Sul palco del Parenti si esibiscono John Grant, Lindstrøm, John Talabot. La serata ha inzio con Lindstrøm, Grant è in ritardo. L’assenza per il pubblico del Fuori salone non sembra essere un “assedio”. Lindstrøm il producer Norvegese “governa” bene la platea con i suoi bassi ad alto contenuto di bpm e luci psichedeliche. Ora è il turno dell guest star della serata John Grant. Anche lui come ve ne avevamo già parlato in veste elettronica, completamente diverso da come l’avevamo conosciuto per l’osannato album “Queen of Denmark”. Lui è sul palco noi in platea, la sua musica nell’aria che invade il Franco Parenti (meno le orecchie di alcuni avventori che eran li non si sa per quale ragione). I suoi testi profondi, in questa veste sonora fatta di sinth, e di suoni freddi, sanno arrivare nel profondo, allo stesso modo delle ballate vellutate che avevano caratterizzato il primo lavoro dell’artista americano. Con Grant, il mito del cantautore che sa fare bene una cosa e fa sempre quella, secondo la mia modesta visione, è sfatata. Grant, sa fare bene il cantautore, e lo fa in qualsiasi modo, giocando con elettropop, la dance, il folk. E’ passata un’ora ed il live di John Grant è arrivato alla conclusione. Ora sul palco del Parenti è atteso John Talabot, ma è un altra storia che non posso raccontare. 

Eccovi alcune foto:

[shashin type=”albumphotos” id=”30″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]