Iggy Pop and The Stooges @City Sound Milano

1077609-iggy-pop-617-409Iggy Pop and The Stooges, si sono esibiti giovedì 11 luglio 2013, allIppodromo del Galoppo di Milano. Non hanno sofferto la solitudine, vista la poca affluenza di pubblico per questi monumenti del rock. Anzi, l’iguana del rock e gli Stooges che oggi sono Toby Dammit alla batteria, Steve Mackay al sassofono (e tastiere), Mike Watt al basso e James Williamson alla chitarra, non hanno risparmiato energie, hanno dato tutta la vitalità in loro possesso al pubblico presente che li ha sostenuti dall’inizio alla fine. Come da manuale Iggy Pop si presenta a torso nudo, e nonostante i suoi 66 anni saltella da una parta all’altra, in basso e in alto del palco come un ventenne. Una dimostrazione che il rock fa bene non solo all’anima ma anche al corpo. Non manca la consueta invasione di palco, l’invito a salire di fianco all’iguana questa volta è arrivato al momento di Fun House. Per quasi due ore di concerto Iggy e gli Stooges, quasi tutto di un fiato propongono i brani estratti dal loro ultimo album come Gun, e Sex And Money e Ready To Die brano che da il titolo a quest’ultimo. Non mancano le “pietre” che hanno illuminato la carriera di Iggy Pop come I Wanna Be Your DogNo Fun. Anche le meno conosciute Johanna e Beyond The Law, sempre con la stessa carica ed intesità che ha caratterizato tutto il concerto. Oltre la celebre The Passenger, che qui non ha bisogno di commenti, ma solo la riconoscenza di tutto il mondo del rock, per uno dei brani che ne ha segnato la storia. A Your Pretty Face Is Going To Hell spetta il compito di chiudere questo live inteso ed immenso. Iggy Pop abbandona il palco mostrando le chiappe. Il rock è fatto, il rock è vivo, ed è LIVE con Iggy Pop and The Stooges.
Alcuni estratti video del concerto (video di 1691ive) :

La scaletta:

Raw Power
Gimme Danger
Gun
1970
I Got A Right
Search And Destroy
Fun House
Beyond The Law
Johanna
Ready To Die
I Wanna Be Your Dog
No Fun
The Passenger
Penetration
Sex And Money
Open Up And Bleed
Cock In My Pocket
Burn
Your Pretty Face Is Going To Hell