Hanson ai Magazzini Generali di Milano: report e foto

isaac hansonHanson live ai Magazzini Generali di Milano lo scorso 17 dicembre 2013. Il trio composto dai fratelli, cresciuti, Hanson si presenta a Milano per la seconda tappa dopo quella romana del loro nuovo tour in cui promuovono il loro nuovo album, l’ottavo della loro storia, Anthem.

Chi non conosce gli Hanson scagli la prima pietra. Dico Hanson, e subito si fa un salto indietro nel tempo. Dico Hanson e tutti, tutti, pensano a MMMBop (1996). Dico “mamma stasera vado a vedere gli Hanson” e incredibilmente come raramente accade, la mamma capisce di chi sto parlando e associa Hanson a “ah si, quelli biondi, fratelli”.

C’è da dire che i Magazzini Generali erano in veste spoglia per il loro arrivo, pochi i presenti ma sicuramente molto legati alla triade dei fratelli di Oklahoma. Isaac (33), Taylor (30) e Zac (28) Hanson salgono sul palco alle 21.15, non ci sono band in apertura e iniziano il loro live a suon di sorrisi e sguardi ammicanti (soprattuto da parte di Zac, il piccolino, ormai ben cresciuto). zac hanson 2013Si inizia, e non mancano le sorprese, non da parte loro ma dai fan che lanciano stelle filanti e coriandoli non appena gli Hanson iniziano “Scream and be free”. Il trio è ben contento di questo gesto e non perde modo di far capire ai presente quanto tenga a loro. Molti i momenti in cui Isaac e Taylor si rivolgono al pubblico, ma uno su tutti e quello finale… Taylor salutandoci che dice: “Questa sera vogliamo stringere un patto con tutti voi che ci siete sempre stati vicino. Noi promettiamo di tornare, ma solo ad una condizione: che lo facciate anche voi. Se voi ci sarete, noi ci saremo”. 

taylor hanson 2013Nel mezzo del live la band si prende una pausa, scindendo la parte della scaletta più movimentata da quella acustica e degli assoli. Infatti al loro rientro a turno Zac, Isaac e Taylor si cimentano in singole performance.

Abbiamo assistito alla scoperta degli Hanson “oltre Mmmbop”. Perchè oltre a quei caschetti biondi ora abbiamo capito che c’è ben altro, passione e armonia. Sebbene le sonorità risultassero spesso fin troppo simili e sullo stesso piano, generando quindi un’attesa per un exploit che non arriva mai, i tre fratelli dimostrano che sanno bene cosa gli piace fare e lo comunicano. Gli Hanson sul palco coinvolgono e rendendo il loro live una sorta di festa di famiglia.

Le foto:

[shashin type=”albumphotos” id=”246″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]