Fisherman’s Friend Air Guitar tour, una notte in giuria

Raccontare cosa significa essere giudici di una gara di Air Guitar, è un po’ come suonare la chitarra senza averne per davvero una fra le mani, cioè qualcosa che va fatto senza prendersi troppo sul serio. Può sembrare fin troppo semplice, ma è essenzialmente questo che sta alla base del Fisherman’s Friend Air Guitar tour, giunto quest’anno alla terza edizione.

air guitar 1

La seconda tappa di questa originale tournée, va in scena sabato primo febbraio al Live Club di Trezzo sull’Adda. Un contest di Air Guitar altro non è se non una sfida fra le migliori performance di chi sa presentarsi sul palco a suonare una chitarra immaginaria. L’immaginazione però si ferma qua, perché tutto il resto è molto reale. Dal pubblico, alla bravura dei protagonisti fino, e soprattutto, ai premi messi in palio dalla caramella preferita dai pescatori. Due Fender Stratocaster, una per ogni vincitore, e la possibilità di aggiudicarsi il viaggio nella Londra del rock che verrà messo in palio nella finale del contest, in programma al Circolo degli Artisti di Roma il prossimo 29 marzo.

Si parte con una preselezione. Ci sono undici performer per dieci posti disponibili. All’unanimità chiediamo di poter far accedere tutti alla finale, ma il contest di una caramella dal gusto così deciso ha regole chiare e inderogabili. Uno deve abbandonare la competizione.Veniamo invitati a far parte della giuria che valuterà le performance dei concorrenti. Musica rock, palcoscenici importanti, performance dal vivo, caramelle, insomma per noi è il classico invito da non poter rifiutare. Ci chiediamo se sia necessario prendersi meno sul serio per suonare una chitarra immaginaria di fronte a un locale pieno di gente, oppure se sia necessario doversi prendere meno sul serio per dare giudizi su assoli inventati, insomma, e sia chiaro lo scriviamo senza offesa per nessuno, in una gara fra fuori di testa è più fuori chi partecipa o chi pretende di dare giudizi? Cullandoci nel dubbio, prendiamo il nostro posto in giuria accanto a Gip.

air guitar 2Si passa alla finale. Sul palco spuntano coriandoli, mutande, sederi al vento, Brian May, parrucche e denti finti. Votiamo e in questo carnevale la nostra preferenza non può che andare a Giuseppe Di Coste e al suo tributo ai Green Day interpretato con un mantello rosso, un copri spalle da football americano e una mazza da baseball. Un meraviglioso “American Idiot”, un inno al non-sense che non possiamo non premiare. Lui è il nostro vincitore, non può essere altrimenti. Alla finale di Roma va anche, grazie alla sua interpretazione di “Paranoid”, Maurizio Adamo Fumagalli, stilisticamente il migliore.

air guitar 3

Fra una Fisherman’s Friend all’anice e liquerizia e una alla menta, sul palco ci finiamo anche noi, ma forse questo è un paragrafo della nostra storia che sarebbe meglio tenere il più circoscritto possibile. Ci divertiamo, non siamo qui per questo?

Prima della finale di Roma, il Fisherman’s Friend Air Guitar tour conta ancora due tappe. Il 21 febbraio al New Age Club di Roncade, alle porte di Treviso, e il primo Marzo al Supermarket di Torino. Se volete partecipare, e dopo aver toccato con mano le due Fender Stratocaster il consiglio è quello di farlo, non dovete far altro che correre sul sito web dell’evento www.fishermansfriendairguitar.it, compilare l’anagrafica di partecipazione, scegliere un brano, alzare lo stereo e correre a provare la vostra performance di Air Guitar.