Fabrizio Moro: Tour Delle Girandole 2015 – foto e report

fabrizio moroDopo la pubblicazione del suo settimo lavoro, Via Delle Girandole 10, Fabrizio Moro è in giro per i teatri con il suo Tour Delle Girandole 2015.

Report di Egle Taccia

Foto di Daniele Di Mauro

Sono andata ad ascoltarlo a Catania, in una location particolare, perché il Ma è sì un locale, ma ha all’interno un bel teatro dedicato ai live.

Dopo un’apertura non proprio adatta al pubblico esperto di Fabrizio Moro, finalmente è il momento in cui la band, attraversando la sala, sale sul palco. Tutto comincia con la dolcissima Buongiorno Papà…ma manca qualcuno! Si sente la sua voce, ma lui ancora non arriva, finché poche strofe dopo si materializza sul palco ed il pubblico esplode! Sono in sette, con lui ci sono ben sei elementi, che rendono il live semplicemente perfetto! Si continua con Tu ed il pubblico è in delirio, Moro balla sul palco e si capisce come quello sia il suo habitat naturale. Arriva il momento di Respiro e poco dopo l’artista comincia a parlare con i fan. Si scusa per il cambio di data, il pubblico risponde che basta il sorriso. Si riprende! Presenta il brano dedicato al “Divo”, ad Andreotti. E’ il momento di Io so tutto. Subito dopo ricomincia a parlare con la sua gente, le spiega che questo luogo gli piace particolarmente per la vicinanza tra il palco e loro. E’ giunto il momento, eccolo quel brano che piace tanto al pubblico catanese e non solo: L’illusione, che viene anticipata da una confessione dell’artista. Questo brano parla di quelli che crediamo amori ed invece sono solo abitudini. Sappiamo che questo brano ha un valore particolare per l’artista e sarà seguito nel live da un altro brano di alto impatto emozionale: Alessandra sarà sempre più bella. Si divertono tutti, ballano tutti, sul palco e sotto…ma alla fine guarda il cielo e manda un bacio. Chi sa capisce e si emoziona! Subito dopo è il momento del tuffo nel passato, il live diventa sempre più incandescente. Uno dietro l’altro si rincorrono: Eppure mi hai cambiato la vita, Libero e Pensa, che a Catania diventa emozione, immensa! E’ il momento di quel brano regalato a Noemi: Sono solo parole! Poi è il turno di Acqua. La canzone che seguirà è quella che racconta di quando da piccolo il padre lo portava allo stadio, l’avevo messa da parte ma poi l’ho ripresa e dedicata a Gabriele, Antonino e Ciro e agli Ultrà che vengono sempre definiti come il male del calcio…subito dopo si balla e si canta La Partita. Il pubblico è in delirio, la gioia è alle stelle. Successivamente Moro si mette a giocare col tastierista, lo tormenta simpaticamente, si diverte, parla inglese e poi…gli stampa un bacio in bocca…I remember you! Si arriva alla fine, Moro chiede buio in sala e di spegnere tutti gli schermi dei cellulari..poi arrivano L’inizio ed il brano dedicato allo zio scomparso, Ciao zi’. Il momento del bis si conclude con l’ultimo pezzo, ma prima i saluti: “Dobbiamo ripartire, domani siamo molto lontani da qui, domani suoniamo a Milano”. Alessandra sarà sempre più bella è il brano con cui ci saluta e noi ritorniamo a casa felici ed emozionati!

Eccovi tutte le foto della serata

Ph Daniele Di Mauro

[shashin type=”albumphotos” id=”712″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]