I Cani live @ Magazzini Generali – foto e report

i caniMarta Pianta

“Siamo i Cani da Roma, la risposta umana agli One Direction”

Si presentano così i Cani ai Magazzini Generali di Milano lo scorso 12 Dicembre. Come già detto nella recensione del loro secondo album Glamour, i Cani o si odiao , o si amano. Non ci sono vie di mezzo, e in qualsiasi caso sono un fenomeno esploso con tale irruenza negli ultimi anni da passare difficilmente inosservato.

Il live dei Cani è un equilibrio perfettamente costruito fra il primo album e il secondo. Il primo brano in scaletta è “Come Vera Nabokov”, tratto da Glamour, ma è subito seguito da uno dei brani più famosi del “sorprendente album d’esordio..”, Hipsteria. E così avanti per un’ora divisa fra brani nuovi e vecchi, per accontentare sia chi è rimasto piacevolmente stupito dalla nuova direzione intrapresa dal cantautore Niccolò Contessa sia chi è venuto per pogare sul ritmo dei Pariolini di diciott’anni. 

L’ora di live passa senza nemmeno accorgersene, e Niccolò chiude lo spettacolo con tre brani introdotti da una delle poche frasi pronunciate durante il concerto. “Come ho già detto, siamo i Cani da Roma, non parliamo molto perché non abbiamo molto da dire, preferiamo cantare”. Gli ultimi tre brani sono in ordine, Introduzione, la dichiarazione di poetica con cui si apre Glamour, l’immancabile Velleità e infine la preferita di chi scrive, Lexotan. Grazie Niccolò per aver chiuso col brano che reputo il più fragile e bello di Glamour, che mi farà difficilmente scordare questa serata.

Le foto:

[shashin type=”albumphotos” id=”242″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]