Blue Note Milano: la programmazione di Gennaio

blue noteGiBi

Blue note Milano tutta la programmazione di Gennaio e Febbraio: dall’acid Jazz al cantautorato italiano

Il Blue Note di Milano, ormai si sa, non delude mai con la sua programmazione, e anche con l’inizio di quest’anno promette un notevole palinsesto, basta citare tra gli altri “un certo” Billy Cobham, (30 e 31 gennaio) leggenda alla batteria, sotto i riflettori della scena jazz e fusion da oltre 30 anni. Per gli amanti dello swing, Paolo Belli e la sua Big Band, che tutti conosciamo per il suo carisma e qualità, si esibirà il 18 gennaio, mentre i Coparoom, assidui frequentatori del palco milanese, suoneranno il 19.

Spazio anche al cantautorato Italiano con l’originale Renzo Rubino, che al Blue Note il 21 chiuderà il suo Poppins Tour, e Chiara, che non è solo un noto volto televisivo, ma molto di più, regalerà una serata speciale in acustico il 22 gennaio,(già sold out) dopo aver terminato il suo tour nei teatri italiani.

Seguono 3 giorni:23­ 24­ 25 Gennaio all’insegna della magica voce di Diane Schuur, l’artista americana, si è guadagnata negli anni la stima di colleghi del calibro di Dizzy Gillespie, B.B. King, Count Basie. Un ritorno gradito. Domenica 26, all’interno del suo tour europeo, Fabio Zeppetella American quartet presenterà il suo nuovo lavoro discografico: “Handmade”. Eccellente chitarrista e musicista con gusto, che negli anni ha sviluppato un proprio stile jazz e un sound originale. Restando nell’ambito swing, ecco la piacevole e accattivante Claudia Cantisani, il 28 gennaio, sarà un tuffo nell’era di Buscaglione, con pezzi originali della formidabile cantante, arrangiati magistralmente da ottimi musicisti, preparatevi per un’atmosfera decisamente New Orleans. Antonella Ruggiero, non ha certo bisogno di biglietti da visita, Da sempre ricercatrice di nuove sonorità vocali, di nuovi ambienti in cui evolvere in nuove sfide, sempre portate al successo, il 29 gennaio al Blue Note presenterà con l’Hyperion Ensemble, un segreto e intimo incontro con il Tango, musiche di Piazzolla, Gardel, Cobian, Ramirez e altri autori contemporanei.

Tornando a Billy Cobham , al Blue Note fino al 1 febbraio, festeggerà i 40 anni dall’uscita del suo album d’esordio, “Spectrum”. Tra gli appuntamenti del mese di febbraio figurano, tra gli altri, i pionieri dell’acid jazz, gli Incognito (dal 6 all’8 febbraio), lo swing di Ray Gelato (dall’11 al 15 febbraio) e la leggenda del jazz Dee Dee Bridgewater (dal 19 al 22 febbraio).

info su : www.bluenotemilano.com