Soley: in punta di piedi nel paese delle meraviglie

SoleyNegli ultimi anni dall’Islanda son giunti cantanti e gruppi sicuramente molto particolari, sicuramente validi. Il territorio ideale per la creazione di un indie-folk sapientemente miscelato con un sottile impasto di elettronica dolce. Björk è certo la più famosa a livello internazionale, e anche i Sigur Rós stanno avendo grande successo (specie dopo Hoppipolla), ma ce ne sono molti altri. Tra questi ritroviamo Sóley Stefánsdóttir. Sofisticata polistrumentista del collettivo Seabear, che dopo il leader Sindri Már Sigfússon, intraprende il percorso da solista. L’islandese Sóley Stefánsdóttir ha causato un certo entusiasmo fin dal suo debutto internazionale nel 2012. Originariamente formatasi come pianista, Sóley si è solo in seguito scoperta cantante, offrendo le prime tracce di sé nell’eterogeneo Ep di sei brani “Theater Island”, pubblicato a inizio 2010, succeduto da un album vero e proprio, nel quale trovano espressione le molteplici sfaccettature della sua personalità artistica. “We Sink” (Morr Music) è il titolo del debutto,  nel complesso pregevole, che mostra un’artista completa e in grado di muovere i propri passi in completa autonomia, scoprendosi autrice e interprete raffinata. Il risultato è un pop aereo e impalpabile centrato sulla particolarità della voce della polistrumentista, a tratti sussurrata, a tratti stridula e un po’ infantile. Le atmosfere ricreate sono magiche, una sorta di viaggio in punta di piedi nel paese delle meraviglie, fra tastiere incantate come carillon a corda, chitarre e percussioni che fanno capolino qui e là e testi fiabeschi. Soley è solo una delle ultime rivelazioni islandesi, giovane ma dal profilo già maturo. Con una proposta che ti mantiene sospeso, con tratti leggeri, fiabeschi sulle scorrevoli atmosfere di un garbato panteismo naturalistico. Un’onda dai confini della realtà: ben trovati all’approdo con quello che un critico ha definito “un viaggio in punta di piedi nel paese delle meraviglie”, grazie alle sue melodie delicate e ai suoi bellissimi e scurissimi testi.Una colonna sonora di sogni ad occhi aperti ed incubi di bambini.

 
Nel mese di Maggio Soley sarà presente nel nostro paese. Ecco le date: 
 

29/05/13 FOLIGNO – SERENDIPITY – Dancity Festival

30/05/13 MILANO – TEATRO DAL VERME – Music Club