Krikka Reggae: In Viaggio – la recensione

krikka reggaeKrikka Reggae, il quarto album dal titolo In Viaggio, uscito lo scoroso luglio (autoproduzione). Un concentrato di energia ed esplorazione sonora.

di Pietre P
Con dieci anni di attività alle spalle, i Krikka Reggae, band reggae lucana, arrivano al quarto disco In Viaggio. Reggae libero da troppi vincoli di stile, cantato in dialetto miscelato all’italiano. I territori sono quelli del reggae, dell’hip-hop, della dancehall, con energiche sferzate, stavolta, anche in terreni come l’elettronica e l’rnb con parentesi in lingua italiana. Questo è ciò che è abilmente racchiuso nell’album In Viaggio, dei Krikka Reggae. Undici brani, tante collaborazioni: dai 99posse a Roy Paci oltre a Fido Guido, Patto MC, Perfect, Fyah George. Undici brani solari melodie pop, su basi reggae venate da scelte strumentali prelibate, mostrando il lato socialmente impegnato del progetto. Il dialetto  non è affatto un limite, si riesce a comprendere il messaggio, forte e chiaro, dritto al cuore. Nel disco si respira un’aria di libertà come Memoria Storica o nel featuring con Perfect Giddimani intitolato Life Ova Money che fa venire voglia di ballare anche a chi ha la sciatica! Ma la visione “pacificamente rivoluzionaria” della vita che propongono i Krikka Reggae, non trascura le questioni morali, con la consapevolezza che certo non si potrà cambiare il mondo con una canzone, ma che comunque c’è l’obbligo morale di non ignorare ciò che accade.  Il disco  è uscito il 30 luglio (distribuito da Artist First), è autoprodotto dalla band dopo il riscontro positivo della campagna di crowdfundingsul ed stato anticipato dal brano “Crisi” feat Zulù (99 Posse)

Krikka Reggae :
Manuel Tataranno (voce), Simone Cammisa (voce), Dino Dibiase (chitarra), Franco Magliocca (batteria), Enzo Rubino (basso), Ivano Grieco (tastiere)
www.krikkareggae.com