Babbutzi Orkestar & Circo Abusivo: la musica balcanica

balcanicoLa Babbutzi Orkestar, lo scorso 7 giugno al Carroponte con la sua musica reperita direttamente dall’immaginario dei film di Kusturica, che odora di kebab, gyros, paella ed escargot. Innaffiato rigorosamente da rakia, ouzo o pivo a profusione, il turbofolk della Babbutzi vibrerà tra fisarmonica e strimpellate chitarre, bouzouki e violino. 


Il tutto ha portato una grande festa in puro stile gitano. Con loro anche il Circo Abusivo, collettivo valtellinese nato nel 2001 intorno al fisarmonicista Alex De Simoni, fra improvvisazioni, musica di strada e ritmi gitani, dopo aver prodotto l’album Valtellazija Revolucija, viaggio in una inedita Valtellina che suona come le lontane pianure ucraine, patria del vecchio Eugene Hutz dei Gogol Bordello, che ha collaborato 2013-06-07 at 22-04-02all’album nella travolgente Sandella Style, ed ha presentato l’album “Magica Balera”(direzione artistica: Alex de Simoni e Carlo Carcano). “Abbiamo ammirato, sognato e imitato i balcani, amato i film di Kusturica, le musiche zingare, il klezmer.. e non vedevamo che anche noi, a casa nostra abbiamo il nostro “balkan”, con cui intendo una serie di tradizioni uniche, incredibilmente creative, pazze, legate alla festa, alla magia, ai rapporti tra le persone, alla musica…”  Dopo essere uscito dai confini della Valtellazija , grazie alla sua piccola rivoluzione culturale, il Circo Abusivo può ora guardare alle proprie radici con uno sguardo più ampio, e riconoscerne il valore culturale nel panorama globale delle tradizioni popolari che ha conosciuto in questi anni di viaggio su e giù per l’Europa…

eccovi le foto by Shorts:

[shashin type=”albumphotos” id=”51″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]