Ligabue: Pausa? No, “Rock in…Sotto Bombardamento” nuovi concerti nel 2012

Aveva creato più di qualche scompiglio, nei fans di Ligabue, la notizia che il rocker di Correggio, dopo il trionfale successo di “Arrivederci Mostro” e “Campovolo 2011”, avrebbe potuto prendersi una pausa di un anno. L’occasione per ricaricare le batterie in vista di un nuovo disco e nuovi concerti.
E’ bastata però la notizia della prossima data di Londra, per creare sul web un autentico putiferio in merito alle possibilità che il Liga possa giù ripartire per nuovi concerti. Così per mettere chiarezza alle voci incontrollate è apparso sulla pagina ufficiale di Facebook del cantante, un comunicato che spiega per filo e per segno i progetti presenti e futuri del Liga.
Il comunicato porta l’autorevole firma di Claudio Maioli, storico manager del rocker, ed esordisce così: “Ciao a tutti,
come va? Scrivo per dare qualche informazione e spiegare qualcosa in più, dopo che l’annuncio della data di Londra e voci incontrollate hanno creato attesa sul web, in particolare su facebook.Dopo due anni in cui abbiamo portato il live di “Arrivederci, Mostro!” negli stadi, nei teatri, nei palazzetti fino a quel mega evento che è stato Campovolo, in questo 2012 avevamo pensato di rimanere fermi con l’attività live di Luciano: un anno di pausa per riorganizzare le idee e per “generare” un nuovo disco e nuovi live. Poi però sono successe alcune cose.Nello stesso giorno mi sono arrivate due proposte: una per un concerto in Svizzera al Festival di Locarno “Moon and Stars 2012″che si svolge in una piazza bellissima e l’altra per una data alla Royal Albert Hall di Londra.
Alla notizia il manager ha domandato al Liga quali fossero le sue intenzioni in merito. La risposta è stata:“Sai Maio, ho voglia di trovare arrangiamenti piu ‘cattivi’ per alcune mie canzoni. Ho voglia di suonare dal vivo ‘Sotto Bombardamento’, magari non un tour completo, solo qualche data. Queste possono andare.” Da quel momento alla creazione del logo “SOTTO BOMBARDAMENTO – LIGABUE” poi “ROCK IN LONDON 2012″ e “ROCK IN LOCARNO 2012″ è stato un attimo.
Le novità però non si fermano qui. Il manager prosegue infatti nel comunicato annunciando l’intenzione del Liga di tornare al più presto a Napoli, dove manca da nove anni.”La nostra agenzia, da parecchio tempo, ci chiede di suonare a Napoli dove manchiamo in spazi grandi dal 2002. Non concedono lo stadio. Però quest’anno ci darebbero Piazza Plebiscito, la stupenda Piazza Plebiscito: un grande concerto per il sud, finalmente dopo 9 anni a Napoli, considerando che ultimamente siamo stati spesso al nord con Campovolo e Arena di Verona. Ok, “ROCK IN NAPOLI 2012 allora è accettata”. Al vaglio anche l’ipotesi nell’incantevole scenario del teatro Greco di Taormina. Infine la novità forse più intrigante: “Stiamo anche pensando a un posto nel norditalia dove non siamo mai stati in cui ci sia un paesaggio naturale che possa far da cornice allo spettacolo, un po’ come accadde ai tempi di Woodstock. In fondo cosa c’è di più bello di un concerto rock in una sera d’estate sull’erba e magari in un parco tra i monti?”.
Insomma mentre per il “ROCK IN…SOTTO BOMBARDAMENTO” si tratta ormai di certezze, mentre non resta che restare collegati per aggiornamenti in merito alle prossime, intriganti novità.