Dust+News For Lulu: doppia intervista

il cielo nuove locandine ohibo_20dicembreSerata piena all’Ohibo, Arci di Via Benaco a Milano. Si chiude qui “Il Cielo Sotto Milano” rassegna  musicale diretta da Costello’s. Sul palco, in un locale strapieno, due band notevoli. I Dust, six guys from a place we won’t find on google maps, freschi di un EP bellissimo “Kind” e i News For Lulu affascinante band già lodata a ragione da molti per il suo “They know”. Qualche ora prima del concerto li incontriamo.

Come definereste la vostra band?

D: Siamo una band variegata, molteplice. Una sorta di famiglia, o forse no. Beh, di certo, siamo una famiglia più dei Gallagher.

NFL: Siamo un gruppo di rompicoglioni, siamo polemici, puntigliosi ma lo facciamo perché ci piace fare le cose con cura. Certo questa cura pesa più nelle dinamiche interne. Sembriamo una coppia sposata da anni. Ma siamo in sei.

Come definireste la vostra musica?

D: Ratatanratatatan (ridono). È l’unione vera di tutte le influenze che abbiamo avuto da quando avevamo tredici anni. Un rock popolare molto toccato dalla musica inglese e americana. Da questa sera però abbandoniamo l’uso della lingua inglese e cambiando lingua, ovviamente, cambierà anche il sound.

NFL: Non vogliamo definirci, non ci siamo mai messi dei paletti, non ci piacciono le restrizioni di genere. Ci facciamo molto guidare dalle emozioni e dalle sensazioni del momento. Ci divertiamo moltissimo.

Come definireste il vostro ultimo disco?

D: Bello! È la fine di un percorso, ha dentro tutto il cammino che abbiamo fatto, tutte le cose che abbiamo incontrato. È molto ricco e, di certo, non è solo un disco indie, se lo si ascolta bene!

NFL: È un’esplosione, una fotografia, una sintesi di tutte le cose che ci piacciono. Ci fermiamo spesso ad ascoltare musica e a parlarne per tantissimo tempo, e il disco ne è il risultato. Racconta le nostre passioni.

Cosa cercate? Dove andate? Qual è lo scopo?

D: fare, fare, fare, lasciare un’impronta. “Kind” è un disco di canzoni. Ora vogliamo lavorare ad un progetto più grande e più coerente al suo interno. Vogliamo definire meglio la nostra personalità, la nostra identità e non a caso stasera abbandoniamo l’inglese. Vogliamo fare belle canzoni perché, in fondo, sono le belle canzoni che hanno fatto la storia della musica.

NFL: ci piacerebbe stare bene, essere liberi, suonare per il grande piacere di farlo e diventare famosi in modo postumo (ridono).

Lascio le due band fare il soundcheck. Loro non lo sanno ancora forse ma sarà veramente una serata bellissima, dove la musica riempirà ogni spazio vuoto, lasciando nell’aria e nei visi una splendida sensazione, una bellezza che non andrà via.

Per chi non c’era, non lasciatevi scappare queste due band:

https://www.facebook.com/newsforlulu NEWS FOR LULU

 

https://www.facebook.com/dustmilano DUST