Dave Grohl: “Foo Fighters: sonic highways”

E’ un Dave Grohl sempre più ispirato quello che parla del nuovo album dei Foo Fighters.

Dave Grohl
Dave Grohl durante una session

Il cantante e polistrumentista ha infatti parlato del successore di “Wasting light” (uscito nel 2011 ndr), a margine della presentazione della serie televisiva “Foo Fighters: sonic highways” prodotta da HBO. Il documentario a puntate racconta la stora delle registrazioni del nuovo album su e giù per gli Stati Uniti, per l’esattezza in otto studi di registrazione diversi. Una scelta fortemente voluta da Dave Grohl che ha dichiarato: “Il punto fondamentale sta nel reinventare il processo che sta dietro al nostro lavoro, potevamo andare in studio, registrare un disco e poi partire per il tour e vendere un sacco di magliette, ma questo non avrebbe cambiato nulla nel modo di fare musica”.

Le registrazioni del nuovo disco, durante le quali sono intervenuti artisti come Buddy Guy, Dolly Parton, Chuck D e Gibby Haynes hanno portato Dave Grohl e i Foo Fighters a Austin, Chicago, Nashville, Los Angeles, New Orleans, Seattle, New York e Washington. “Luoghi del genere sono stregati”, ha assicurato Dave Grohl: “Per me sono come chiese o monumenti. La storia, in questo Paese, è stata fatta in posti così”.