L’Inghilterra vince sempre: il live di Miles Kane – le foto

miles kaneLo scorso 2 Novembre Miles Kane è tornato in Italia per un live tutto suo, prendendo appieno possesso del palcoscenico dei Magazzini Generali. Pubblico in delirio. Attesa breve, ma intensa quella che ha accompagnato i minuti pre concerto. Miles Kane ha sicuramente un gran seguito di fan amanti della musica britannica, lo si nota senza ombra di dubbio quando in diffusione prima dell’ingresso di Miles viene proposta Morning Glory degli Oasis e tutti i presenti iniziano a cantarla a squarciagola. Per un attimo, anzi per l’intera serata mi sento rincuorata nell’essere circondata di giovani amanti della brit music, del rock di matrice inglese che come sempre non delude mai.

rock guitar chitarra

Miles Kane entra, i Magazzini Generali urlano come non mai. Miles Kane balla, suona, canta, parla, e ci regala una serata fantastica. Classe ’86, L di Liverpool è la lettera scarlatta marchiata sul suo stile musicale che richiama senza copiare, ma rinnovando, i suoi miti Beatles, Oasis, e Jack White. Respiriamo e sorridiamo. Miles arriva a Milano dopo l’esperienza romana dello scorso Luglio insieme agli Artic Monkeys.

Sebbene sia un giovane rocker Miles ha già una storia interessante alle spalle,  inizia dai Little Flames, per arrivare nel 2007 al progetto Last Shadow Puppets, band formata insieme all’amico Alex Turner voce e chitarra di punta degli Arctic Monkeys. Il primo album dei Last Shadow Puppets titola The Age of the Understatement, esce ad aprile 2008 e sale al primo posto delle classifiche nella prima settimana.

miles kane Nel 2009 arriva il tempo di intraprendere la via da solista. Il singolo d’esordio è Inhaler, e inizia a fare da apri porta per band quali Courteeners e  Beady Eye. Don’t forget who you are è il secondo album datato giugno 2013, lanciato da Give Up e dal secondo singolo che da il titolo all’album. Ascoltarla live è come vivere un pezzo di storia della musica, come se non fosse qualcosa di passaggio, e nemmeno firmato dall'”ultimo arrivato”…ascoltare per credere.

Vi lasciamo alle foto della serata e alla scaletta:

[shashin type=”albumphotos” id=”206″ size=”small” crop=”n” columns=”max” caption=”n” order=”date” position=”center”]