L’addio alla musica degli Who: arriva la smentita di Roger Daltrey

Dopo le dichiarazioni di Pete Townshend degli scorsi giorni riguardanti l’addio alle scene degli Who dopo il prossimo Tour Mondiale nel 2015, il leader della band inglese Roger Daltrey ha smentito in parte il collega, facendo maggior chiarezza sulla situazione:

the_who_band-208529“Dobbiamo essere realisti riguardo alla nostra età, ma no, il prossimo tour non sarà l’ultima cosa che faremo. C’è da fare chiarezza riguardo alla dichiarazione di Pete. Lui si riferiva ai tour mondiali, quelli che ti tengono occupato per mesi e mesi. E’ un lavoro maledettamente duro. A quel punto siamo stati costretti ad essere realisti, riguardo all’età che abbiamo. Quello che ci impegnerà prossimamente, però, non sarà l’ultima cosa che faremo come gruppo. Continueremo a prendere parte a eventi singoli ed a esibirci dal vivo. Potremmo fare altre cose, più sperimentali. Qualcosa nei teatri, magari con produzioni meno pesanti in sale piccole per due o tre settimane nella stessa città. Qualcosa che possa essere gestibile, e che non richieda di cambiare città ogni giorno: perché esibirci ci piace moltissimo, ma viaggiare è molto stancante”.

L’allarme parrebbe quindi parzialmente rientrato; Daltrey ha inoltre aggiunto che gli Who continueranno a partecipare ad eventi benefici, qualora se ne presentasse l’occasione, come hanno sempre fatto:

“Concerti per beneficenza ne abbiamo sempre fatti, fin dai primi anni di attività. Fino a che un gruppo potrà contribuire a aiutare le persone che hanno problemi, gli Who ci saranno sempre. Questo aspetto non cambierà”.