Kasabian feat J-Ax… e non è uno scherzo!

Siamo rimasti basiti leggendo la notizia da twitter di un J-Ax supercontento per la sua collaborazione con i Kasabian. I Kasabian e J-Ax, ce li vedete?che suoni strani potranno mai tirar fuori?eppure così è. Non una canzone del rapper feat la band inglese, bensì il contrario, e non un brano qualsiasi, ma il più bello dell’ultimo album Velociraptor: Man of Simple Pleasures. L’occasione è l’uscita dell’edizione speciale per l’Italia dell’ultimo album dei Kasabian pubblicato a settembre del 2011 e anticipato dai singoli “Days are forgotten”, “Re-Wired”, e “Goodbye kiss”.
Comprende il disco originale “Velociraptor!” e un altro album di nove brani in allegato. Oltre a cinque canzoni registrate durante il concerto dei Kasabian a Leicester, e nel secondo cd troviamo anche la collaborazione con J-Ax


 

 (oltre a tre b-sides pubblicate ad oggi solamente in digitale: “Julie & the Mothman”, lato b del singolo “Underdog” del 2009, “Pistols at dawn” contenuta nell’Ep di lancio del singolo “Days are forgotten” uscito nell’agosto del 2011, e “Narcotic farm”, lato b del terzo singolo di “Velociraptor!”, “Goodbye kiss”, uscito nel febbraio 2012). Adesso, noi saremo pregiudizievoli, di parte e contro parte, ma accostare questi due nomi, provenienti da mondi completamente opposti non ci sembra una bella cosa, questo è ciò che ci viene da pensare senza aver fatto alcuno ascolto (e numerosi insulti sono piovuti dal cielo dei tweet al rapper milanese). Dopo l’ascolto però… come dire, nulla è cambiato. Sentire iniziare la base del bellissimo pezzo, e dopo 10 secondi sentire la voce di J-Ax ti atterra; i due interventi successivi all’interno della canzone potrebbero anche starci (a metà e alla fine, chiude infatti il rapper), ma non è più “Man of simple Pleasure” è qualcos’altro. L’intro buttato così è qualcosa che rovina e non lega suono a parole, non tanto per le parole, il testo cantato da J-Ax ha in sè anche qualcosa di sensato, ma per il fatto che siano rappate, e grattate (J-Ax oltre all’effetto sinusite-cronica ha un “timbro” che poco si accorda con la sonorità del pezzo). Forse siamo particolarmente colpiti perchè consideravamo proprio questa canzone LA migliore dell’album, con il suo ritmo che ti prende e ti porta a vivere per tre minuti un bella esperienza nella brit music, quella vera, e ci ritroviamo ora invece, a fermarci per dei pit stop alla J-Ax, che può piacere nel suo ambito, ma non accorpato a questo tipo di canzoni. Comunque a molti piace, sta a voi giudicare, ascoltatela (qui) e riflettete.

I kasabian saranno in Italia a luglio per cinque date (a questo punto a quella di Milano ci aspettiamo J-Ax come special guest): Ferrara il 14, Lucca il 15, Roma il 18, Milano il 19 (noi de lamusicarock.com ci saremo) e Treviso il 20.