I Pink Floyd potrebbero tornare a suonare assieme, parola di Nick Mason

Non si può considerarla ancora una notizia, ma sicuramente si tratta di qualcosa di più rispetto ad una semplice idea. Diciamo che ora come ora è un progetto. Un progetto non certo da poco: riunire i Pink Floyd. A dare adito a ciò sono le parole di Nick Mason il quale, a termine di un evento al quale ha preso parte in quel di Manchester ha dichiarato:”Sarebbe una buona cosa istituire una sorta di fondazione e prevedere un certo numero di concerti”. Mason ha spiegato poi ad un giornalista della BBC che il gruppo si riunirebbe sporadicamente per esibirsi nel corso di manifestazioni benefiche, e che sia Roger Waters che David Gilmour (gli altri membri della band dal momento che Richard Wright è scomparso nel 2008) non si sono detti contrari al progetto.
Le prime avvisaglie di questo percorso si erano avute nel 2005, quando la band partecipò al Live 8. L’undici luglio di quest’estate poi. Waters e Gilmour erano saliti sul palco in occasione del concerto benefico organizzato dalla Hoping Foundation. Nell’aria avevano rieccheggiato le note di “Wish you were here”, “Comfortably numb” e “Another brick in the wall”.